Danny Bronzini

Un ragazzo di vent'anni che scrive un brano come questo che pare uscito dagli studi della "Hi Records", una di quelle produzioni dei primi anni '70 che Willie Mitchell faceva per il grande Al Green.

Danny Bronzini è un chitarrista, cantante e compositore nato nel 1995 e scelto da Lorenzo Jovanotti Cherubini per accompagnare la sua band per il tour estivo 2015 e riconfermato per i concerti invernali nei palasport del 2015 e 2016.

Iniziato alla musica dal padre, chitarrista anch'egli, ha maturato nel giro di pochi, ma intensi anni, una musicalità e un talento fuori dal comune, suonando dappertutto, montando sul palco già all'età di 12 anni. Inizia come chitarrista e cantante principalmente blues, suonando in vari locali della Toscana e fuori ed in alcuni prestigiosi festival come Pistoia Blues, Torrita Blues e Torre Alfina Blues, Musicastrada Festival, San Severino Blues Festival, MusicaW, aprendo i concerti di B.B. King, Texas Slim, Modena City Ramblers ed Ellade Bandini solo per citarne alcuni.

A 18 anni viene scoperto da Riccardo Onori, che lo introduce a Lorenzo Jovanotti Cherubini, il quale lo prende con se come chitarrista e corista per il tour estivo e successivamente per quello invernale.

Contemporaneamente inizia a comporre e pubblica a maggio del 2015, un disco, “Waiting for Something Special”, tutto di originali cantato in inglese per la Musicastrada Records. La sua musica, così poliedrica e varia, è difficile da catalogare: dal pop internazionale al rock esplosivo, passando per avvolgenti incursioni reggae, liriche intense e un comune denominatore: il tutto legato da con un comune denominatore, l’inconfondibile vena "Soul" della sua voce e del suo sound, assieme ad una maturità artistica che impressiona già al primo ascolto.

"La freschezza muove non solo la sua chitarra ma anche il pentagramma delle sue canzoni dove funk, soul, rock, pop e reggae si susseguono in un enciclopedia sfogliata anche da colleghi come Paolo Nutini, Ben Harper, Sean Costello ma che Danny consulta con una soave e solarissima leggerezza mediterranea. E con l'energia dei suoi anni... Da qualunque lato si ascolti il suo disco e si osservi questo ragazzo si ha la netta impressione di una scommessa vinta: trionfa il chitarrista, si, ma anche il compositore e il cantante". Fulvio Paloscia - La Repubblica 13/05/2015

Scarica adesso!

Tuo in un solo click!

Articoli interessanti

Intervista ai Modena City Ramblers Tra impegno politico e sociale, i Modena City Ramblers sono tra le band più affermate e seguite nel panorama musicale italiano. Si raccontano in esclusiva per Plindo in una lunga intervista esclusiva in occasione delle “Giornate del lavoro”. I Modena City Ramblers non hanno certo bisogno di pre...
Viaggiare in crociera: 4 itinerari nel meglio del lusso Al caldo, dall'altra parte del mondo, viaggiare in crociera, ma non la solita vacanza. Dalla super suite imperiale al maggiordomo privato: ecco cosa di speciale e di lussuoso si può fare sui resort in navigazione. Che cosa c’è di più fascinoso di un viaggio per mare? O su un fiume. Insomma, usa...
Halloween: sapete cos’è? Tutti a celebrare Halloween: ma cosa c'è da festeggiare? Maschere, abbigliamento che richiama la cinematografia horror, lenti a contatto diaboliche e chi più ne ha ne metta: questo è Halloween? Scommettiamo però che in pochi sanno davvero cosa stanno festeggiando e, soprattutto, per quale motiv...
Un cinema unico, un cinema “Universale” Alla scoperta dell’Universale, specchio della società fiorentina tra gli anni Cinquanta e Ottanta: da luogo di ritrovo a simbolo per la città. Fumo in sala; lattine lanciate contro lo schermo; una Vespa che sfreccia tra le poltroncine. Questo e molto altro accadeva al cinema Universale, nel cuo...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio