Cocco Cantini con i Living Coltrane

Condividi con i tuoi amici su:

Musica dal vivo con i Living Coltrane, omaggio a John William Coltrane, cena a base di prodotti tipici.

Cocco Cantini con i Living Coltrane

Stefano Cocco Cantini, venerdì 22 maggio, suonerà con i Living Coltrane Quartet a “Rumori e Versi di Jazz”, il cartellone musicale tutto di pregio e del tutto gratuito offerto da “La Scapigliata”, azienda agricola situata nel comune di Orbetello (GR).

Living Coltrane è un quartetto storico, formato da Stefano Cocco Cantini, fondatore del gruppo, noto sassofonista follonichese che ha suonato con alcuni dei più grandi artisti del panorama nazionale e internazionale; Francesco Maccianti, uno dei più importanti pianisti jazz italiani; Ares Tavolazzi pluripremiato contrabbassista; Piero Borri percussionista e batterista di grande talento.

Living Coltrane Quartet è un omaggio a John William Coltrane uno dei più forti sassofonisti jazz al mondo. Un gioco di squadra per tenere in vita la quanto mai sfaccettata impronta lasciata da Coltrane, linguaggi musicali distanti sia geograficamente sia storicamente, come le forme della musica indiana, i ritmi africani e caraibici, e le complesse armonie della tradizione”colta” europea.

Il ristorante de “La Scapigliata” introdurrà la serata presentando alle 19 e 30 un menù di qualità coi prodotti a chilometro zero: il Cacio di Leopoldo, il sorbetto di frutta, i salumi di maiale nero, i cantucci, gli sformati e le verdure dell’orto. Tutto interamente prodotto in azienda. La cena ha un costo di 25 euro a persona. La prenotazione è obbligatoria.

Come è consuetudine a “Rumori e Versi di Jazz”, i musicisti si misureranno anche con la riproduzione strumentale dei versi degli uccelli del territorio. Dopo un’attenta opera di recupero e registrazione, i suoni dei più begli esemplari che la natura maremmana ospita, faranno da base, da spunto e ispirazione per l’improvvisazione in chiave jazz dei brani proposti. Il direttore artistico di “Rumori e versi di jazz” è Marco Sarti di Umbria Music Pool. Gli eventi sono organizzati in collaborazione con Marco Drogonetti del Gruppo Ornitologico Maremmano. I pezzi originali, improvvisati durante le serate di eventi, saranno registrati e raccolti poi in un cd speciale di “jazz rurale”.

Nello spazio espositivo della Scapigliata, prosegue l’apertura al pubblico di “Il Sole e la Luna. Il tempo degli Etruschi”, la prima mostra rurale e virtuale dei risultati di una ricerca sperimentale sulle tecniche di oreficeria etrusca, condotta tra il 1983 ed il 2000, da due orafi maremmani, Gianni Trilli e Aldo Ferdinandi.

La Scapigliata è un’azienda agricola di 46 ettari, specializzata, negli anni, nell’allevamento brado di maiali a mantello nero, nella produzione orticola ed in quella di olio di oliva da raccolta anticipata. L’azienda pratica anche processi di trasformazione “non convenzionali” come la produzione dello Sharbat, sorbetto di frutta fresca, la produzione del Cacio di Leopoldo, un pecorino affinato sotto vinaccia di Morellino e, naturalmente, la trasformazione della carne di maiale nero in salumi.

L’azienda sta orientandosi, da un lato, verso lo status di fattoria didattica con progetti formativi riguardanti i cicli vegetativi, le trasformazioni agroalimentari e la tracciabilità e, dall’altro, verso l’offerta di location attrezzata per la comunicazione aziendale, grazie alle tecnologie di realtà aumentata (ologrammi, biblioteche virtuali e proiezioni architettoniche) di cui si è recentemente dotata.

A cura di Greimas Media Agency

Condividi con i tuoi amici su:

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!