“Fuori gridano e sparano” il nuovo videoclip degli Arturocontromano

Condividi con i tuoi amici su:

Fuori gridano e sparano: Il nuovo videoclip degli Arturocontromano estratto da “Quello che ci resta”, il loro disco.

"Fuori gridano e sparano" il nuovo videoclip degli Arturocontromano

E’ uscito il videoclip “Fuori gridano e sparano” degli Arturocontromano, secondo singolo tratto dall’album “Quello che ci resta”. Ad un anno dal video di “E ancora mattino”, che lanciava l’album proponendo una vera e propria corsa attraverso le vie del quartiere di San Salvario a Torino, gli Arturocontromano tornano di fronte all’obiettivo di una telecamera e presentano “Fuori gridano e sparano”. Il videoclip è stato girato in una suggestiva location, quella di una scuola abbandonata, tra macerie ed opere di arte urbana realizzate dalla crew di Sketchmate.

È qui che si svolge la storia, come nell’ incantesimo di una notte, dove i due protagonisti come in una danza trovano un rifugio sicuro e immateriale dagli inganni del mondo mentre fuori gridano e sparano. “Fuori gridano e sparano” rappresenta infatti una realtà insidiata da bugie e veleno.

La risposta a questo fuoco incrociato gli Arturocontromano la danno con le parole, la musica e con colori, frutto di una romantica sensibilità artistica che nel video è impersonata da una donna che risulta amorevole custode di un luogo irreale a metà tra la realtà e la fantasia.

Arturocontromano non è una parola composita e un unico concetto di 16 lettere che lega i componenti della band torinese ad una carriera musicale in continua evoluzione che nel 2012 ha segnato i suoi 14 anni di attività con il nuovo album. Durante il loro percorso artistico gli Arturocontromano hanno calcato numerosi palchi, venendo a contatto con grandi nomi quali Derozen, Pornoriviste, Shandon, Punkreas, davide Van Der Sfroos, Hormonauts, Skarface, Tonino Carotone, Bunna (Africa Unite).Dopo l’autoproduzione dei primi due dischi, “LA VOCE DI ARTURO” (2003) e “IN ARMONICO DISACCORDO” (2007), gli Arturocontromano danno vita al terzo disco “QUELLO CHE CI RESTA”.

Arturocontromano: 14 anni di attività spesi per la leggerezza della musica, la profondità delle parole, l’insolenza della ragione, la purezza dei sentimenti.

A cura di Stefano Zuliani

Condividi con i tuoi amici su:

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!