Categorie
Artigianato

Panettone vs Pandoro artigianale: qual è il tuo dolce natalizio preferito?

Tempo di lettura: 2 minuti

L’eterna sfida del panettone vs pandoro artigianale: quali sono le principali differenze?

Panettone vs Pandoro artigianale qual è il tuo dolce natalizio preferito
C’è una domanda alla quale è impossibile sottrarsi nel periodo delle feste: pandoro o panettone?

Pandoro vs panettone artigianale: quale di queste due specialità natalizie è la più amata in Italia e nel mondo?

Si tratta di due dolci molto popolari che, ogni anno, si trovano sulle tavole di tutte le famiglie italiane (e non) durante le feste di Natale.

Anno dopo anno pasticceri e maestri nostrani si cimentano ad elaborare ricette artigianali sempre più pregiate, selezionando con cura materie prime semplici, eppure mescolate con abilità e sapienza.

Ma quali sono le differenze principali?

Le differenze tra le due specialità

Le differenze tra le due specialità

L’impasto

Gli ingredienti utilizzati nelle ricette tradizionali di pandoro e panettone sono simili.Ciò che li distingue è il metodo di lavorazione e l’aggiunta di qualche gustoso dettaglio.

Il pandoro tradizionale veronese viene preparato con tre lavorazioni a base di lievito madre e di birra, uova, burro, vaniglia e zucchero a velo.

L’amalgama degli ingredienti richiede una precisione chirurgica nel dosaggio e nella lievitazione. Questa lavorazione dà vita ad un dolce soffice e lievitato dal colore dorato e dal sapore dolcissimo.

Il panettone, invece, è un dolce a base di acqua, farina 0, sale, uova fresche, latte, burro, zucchero, arancia e cedro candito, uvetta sultanina, vaniglia e lievito madre.

Anche questo dolce viene lavorato per molte ore, alterando fasi di lievitazione e di impasto che danno vita ad un soffice pane tondeggiante dall’aspetto invitante e profumato.

La forma

La forma del panettone

Il panettone si distingue per via della sua forma tonda incorniciata da uno stampo di carta di color marrone scuro.

Sulla superficie del dolce fa capolino la cosiddetta scarpatura, un intaglio a forma di croce che il pasticcere realizza prima della cottura.

Il pandoro, invece, ha una forma che richiama l’arte: Domenico Melegatti brevettò la ricetta del dolce a forma di stella ad otto punte ispirandosi al pittore impressionista Angelo Dall’Oca Bianca.

Pandoro e panettone si contendono quasi da sempre il primato. Due dolci in grado di dividere in due l’opinione del nostro Paese, oltre che oggetto di creative ricette che mirano alla riduzione degli sprechi.

Chi vince tra i due? Il panettone resta il dolce più esportato, nonché quello più amato nel nostro Paese, dove le più autorevoli pasticcerie danno spazio alla creatività con composizioni davvero originali.

Condividi con i tuoi amici su: