Realizzare la grafica delle partecipazioni di nozze

Spesso le coppie di sposi vengono messe difronte alla scelta tra partecipazioni classiche o più lineari e moderne. In verità, ci sono decine di stili tra i quali scegliere quando si parla di partecipazioni di nozze.

Realizzare la grafica delle partecipazioni di nozze

Le partecipazioni di nozze hanno ormai una variabilità infinita. Colori, font e materiali utilizzati sono i più disparati. Si va dalla carta fino al legno, da lavorazioni particolari come il laser cut e letter press fino agli origami. La stessa partecipazione può essere racchiusa in una busta classica ma anche in una scatola, piuttosto che essere avvolta da iuta o trine preziose.

Il galateo vorrebbe che le partecipazioni di nozze avessero uno stile molto sobrio, elegante e classico. È auspicato quindi l’uso di un cartoncino bianco, del corsivo inglese e del colore dell’inchiostro grigio, seppia o blu. Se la vostra sarà una cerimonia formale è bene rispettare questi canoni.

Oggi però queste regole sono spesso boicottate in favore di note colorate, di dettagli preziosi, di grafiche uniche per rendere il vostro invito di matrimonio ancora più originale e personalizzato.

Il formato più classico per un invito o partecipazione di nozze è il 21×10 cm semplicemente perché entra nelle più comuni buste che si trovano in commercio. Ultimamente, tuttavia, va molto di moda il formato quadrato e, anche per questa soluzione, ormai, non è affatto difficile trovare buste quadrate di diverse misure.

Il matrimoniosarà uno dei giorni più belli della vostra vita, un giorno speciale, ricco di emozioni da condividere con le persone più care, un giorno da vivere come “unico”, “intimo”, “proprio” così che possa rappresentare al meglio la sintonia tra gli sposi. Ci chiediamo, allora, perché rendere un giorno così particolare uguale, fotocopiato a quello di altri?

Con le nuove tecnologie di stampa al giorno d’oggi è possibile stampare e “sagomare” (ritagliare) svariati materiali.  In questi casi, e in tutti quelli dove sono richiesti materiali più resistenti, si possono utilizzare i cosiddetti supporti rigidi. Forex, plexiglass trasparente o opaco, piuma, eurobond, mdf e addirittura pioppo multistrato, possono essere stampati e sagomati a vostro piacimento.

Con lo stesso sistema si potrebbero creare anche i segnaposti dei tavoli di tutti gli invitati, con sagome differenti a seconda del nome del tavolo. La stessa sagoma può essere utilizzata anche per fare il tableau. Unica problematica è la forma del taglio che vogliamo creare: angoli molto stretti o contorni troppo elaborati potrebbero rovinare il materiale o addirittura risultare non fattibili.

Quando inviare le partecipazioni di nozze?

Secondo il galateo devono arrivare a destinazione almeno un mese prima del matrimonio.Devono riportare il nome degli sposi, la data e l’ora della cerimonia, gli indirizzi a cui oggi per comodità si aggiunge anche un recapito telefonico. L’invito al ricevimento è inserito nella stessa busta usata per spedire la partecipazione.

La presenza dell’invito separato nasce dall’esigenza di non invitare tutti coloro che ricevono la partecipazione al ricevimento. Se però si vogliono invitare tutti gli ospiti ai quali si è inviata la partecipazione al banchetto di nozze, si può omettere il cartoncino separato e riportare i dati relativi al luogo dive si terrà il ricevimento direttamente sulla partecipazione.

Nell’invito si usa aggiungere in basso la formula R.S.V.P. ( Répondez s’il vous plaît), con la quale si esorta l’ospite a dare conferma o meno della partecipazione al matrimonio.

Condividi con i tuoi amici su: