Web marketing: perché dovresti essere online

Perché la tua azienda dovrebbe essere online? Vediamo insieme quali sono i vantaggi e quali i costi del web marketing.

Perché la tua azienda dovrebbe essere online? Vediamo insieme quali sono i vantaggi e quali i costi del web marketing.

“Dovrei essere presente sul web?” è una delle domande che i nostri clienti ci rivolgono più frequentemente durante il primo incontro. Per quanto possa apparire banale e anacronistico, il quesito è del tutto legittimo e merita una risposta esaustiva. Infatti, nel mondo delle piccole e medie imprese sono ancora tante le resistenze che bisogna vincere quando si tratta di web marketing.

Molti, spesso a causa di ristrettezze economiche, considerano l’investimento nel marketing digitale un capriccio. Altri, a torto o a ragione, ritengono di poter gestire tale aspetto in autonomia. E non ci sarebbe nulla di male nel farlo, se solo in molti casi non ci si limitasse all’apertura di un sito internet statico e di alcune pagine social, gestite in maniera apparentemente casuale e senza alcun piano editoriale alle spalle.

Quello del web marketing, insomma, è un terreno accidentato sul quale gravano ancora troppe ombre. Ed è dovere di noi esperti del settore fare chiarezza e guidare passo passo i nostri clienti nella elaborazione di un piano di comunicazione efficace, che consenta loro di sfruttare appieno le potenzialità delle nuove tecnologie.

La risposta che diamo ai nostri clienti, dunque, è: “sì, dovresti essere presente sul web”. Internet, infatti, offre una serie di vantaggi di cui possono godere non solo le grandi imprese, ma anche i piccoli e medi operatori del settore B2C. Vediamone insieme alcuni.

Non limitarti a cercare i clienti: falli venire da te!

Questa è, probabilmente, la più grande novità introdotta dal web marketing. In passato il compito del marketing e della pubblicità era quello di cercare il potenziale consumatore, “stanarlo” e spingerlo all’acquisto, spesso con tecniche di advertising invasive (invio ripetuto di materiale promozionale, insistenti chiamate da parte dei call-center, pubblicità pedanti e artificiose).

Con internet, invece, il rapporto si è completamente invertito. Sul web è il cliente a ricercare attivamente l’azienda e il prodotto capaci di soddisfare i propri bisogni. Attraverso le ricerche sui motori di ricerca (Google, Yahoo, Bing etc.) siamo noi utenti-clienti ad esprimere le nostre necessità, a confrontare soluzioni differenti e a scegliere quella più adatta a noi.

In quest’ottica, per l’impresa è fondamentale presidiare il web. Ciò significa non solo avere un sito web statico, ma anche e soprattutto assicurarsi di ottenere un buon posizionamento nella Serp (l’insieme dei risultati mostrati dal motore di ricerca a seguito del nostro input) e possedere un blog costantemente aggiornato, che dia all’utente tutte le risposte di cui ha bisogno.

Interagisci con il tuo target: usa i social network

Se il motore di ricerca è il luogo in cui l’utente raggiunge l’azienda, i social network sono la piazza nella quale i due soggetti si incontrano e dialogano. I social ricoprono un ruolo cruciale nella riuscita della campagna di comunicazione: attraverso le pagine Facebook o i profili Instagram, Twitter, Google+, LinkedIn e Pinterest (per citarne alcuni) l’azienda può non solo essere raggiunta dagli utenti interessati, ma anche ricercare ulteriori follower attraverso l’advertising e la promozione.

Il risultato è un circolo virtuoso nel quale l’utente è costantemente raggiunto da contenuti per lui interessanti, è sempre aggiornato sulle ultime novità e ha la possibilità di interagire direttamente con l’azienda attraverso like, reazioni, commenti o messaggi privati.

Naturalmente la gestione dei propri canali social non è un’attività immediata e scontata: come ogni cosa, occorre utilizzarli in maniera consapevole. Di questo ci occuperemo in una serie di approfondimenti dedicati. Per ora basti sapere che è necessario scegliere su quali social puntare in base al proprio core business ed elaborare un piano editoriale capace di creare engagement e di rendere virali i nostri contenuti.

Ottieni risultati concreti a costi contenuti

Per chi fa impresa, si sa, il portafogli conta – specie per le piccole e medie imprese. A nostro avviso, proprio per la sua capacità di garantire risultati concreti a costi contenuti, il web marketing è l’arma vincente per ogni azienda.

Come si accennava prima, il marketing tradizionale si basa su un advertising “a pioggia” e spesso invasivo. Non solo: si tratta di un tipo di attività difficilmente monitorabile e caratterizzata dall’incertezza. Immaginate di voler promuovere la vostra azienda attraverso una pubblicità televisiva. Una volta concordati i dettagli con l’emittente, potrete decidere di far trasmettere la vostra pubblicità in una determinata fascia oraria in base al vostro business e al tipo di audience della rete. Alla fine della campagna – mettiamo un mese – riceverete un rapporto con tutti i dati del caso: quante persone hanno visto la pubblicità, per quanto tempo etc. A questo punto potrete confrontare i dati ottenuti con le vostre vendite: sono aumentate, diminuite o sono rimaste costanti?

Il punto è proprio questo: se anche sono aumentate, chi vi garantisce che ciò sia dovuto alla campagna pubblicitaria e non ad altri fattori?

Insomma, l’advertising tradizionale non offre alcuna garanzia ed è difficilmente monitorabile. Presenta inoltre dei costi molto elevati, a fronte di un beneficio incerto.

Il web marketing, ancora una volta, rovescia la prospettiva. Attraverso la targettizzazione, è infatti possibile indirizzare la nostra campagna al giusto pubblico attraverso i giusti mezzi. Ad esempio, in base al vostro core business e al target di riferimento, potete decidere di promuovere contemporaneamente un certo tipo di campagna su Facebook e una diversa su Instagram. Oppure potete far vedere i vostri contenuti a utenti di una certa fascia di età, di una certa area geografica e con determinati interessi (e, proprio per questo, potenzialmente interessati al nostro prodotto) e non ad altri. Oppure ancora potete avviare una campagna AdWords in modo da ottimizzare il posizionamento sui motori di ricerca. I risultati possono poi essere costantemente monitorati attraverso vari tool, come ad esempio Google Analytics, in modo da modificare la campagna in corso d’opera.

Il tutto, si capisce, con un notevole risparmio economico (oltreché con una pubblicità meno invasiva e, quindi, più efficace). Se è vero che non è possibile fare marketing gratis, è pur sempre vero che il costo di una campagna di web marketing è nettamente inferiore rispetto a quello dell’advertising tradizionale. Con la differenza che il risultato è assicurato!

Per concludere, queste sono solo alcune delle argomentazioni che noi di HSRev forniamo ai nostri clienti quando ci chiedono se dovrebbero essere presenti sul web. Se non fosse scortese, a tale domanda risponderemmo con un’altra: “perché non dovresti?”.

Condividi con i tuoi amici su: