Free download, anche i Foo Fighters lo scelgono.

Free download, Scarica gratis… e poi? Cos’altro vi serve per capire il potere di queste due parole?

Free download, anche i Foo Fighters lo scelgono.

Che siano in inglese o in italiano, il loro significato è immediatamente comprensibile, alla portata, proprio come la loro stessa funzionalità: clicca qui e otterrai ciò che stavi cercando, senza pagare un centesimo! Il free download è un giochino efficace quanto pericoloso e non solo per il rischio di contagio di virus e quant’altro ma per l’inevitabile assuefazione che ne deriva.

La soddisfazione di possedere qualcosa come ai tempi del vecchio Cd ma sui più moderni dispositivi, in tempo reale e a costo zero, è inebriante, ogni volta, come la prima volta. Dovrebbe valere per tutti i tipi di contenuti, no? Che si tratti di film, foto, video e… musica!

Già, al riguardo noi di Plindo avremmo due paroline da dirvi…, soprattutto a quella schiera di musicisti/artisti/band incalliti che, nonostante apprezzino tutti i nostri sforzi per promuovere la musica indipendente, si ostinano a negare il free download anche di un solo mp3.

Diciamo soprattutto a loro ma anche al pubblico da casa… siamo proprio sicuri che avete capito il potenziale di questo giochino?

Ora prendendo spunto da quanto hanno fatto di recente i Foo Fighters con il free download dell’Ep Saint Cecilia, c’è chi potrebbe ribattere “Eh no c…o! Loro se lo possono permettere!” e invece no! Proprio da loro ci si poteva anche NON aspettarselo, dato che “campano” di musica (a differenza di molti di quei musicisti come sopra), soprattutto dopo i fatti di Parigi che li hanno visti cancellare il tour europeo.

Questo a ribadire che musicisti si può anche diventarlo, imparando dai grandi, cambiando opinione, sicuramente puntando a mantenere lungo tutto il percorso un contatto schietto e diretto con TUTTO il proprio potenziale pubblico; il che significa anche essere il più possibile accessibili, sempre con professionalità e gli strumenti adeguati.

C’è una frase di Grohl nella sua lettera ai fans che mi sembra la più appropriata a sottolineare il valore di certe azioni, anche le più piccole, come quella da parte di un giovane artista di regalare un pò di sè al resto del mondo:

Now, there is a new, hopeful intention that, even in the smallest way, perhaps these songs can bring a little light into this sometimes dark world. To remind us that music is life, and that hope and healing go hand in hand with song. That much can never be taken away.

A cura di Francesca Caloni

Articoli interessanti

The Boss: il nuovo singolo di Livia Ferri Il nuovo disco di Livia Ferri si rivela in un anno di brani, a 45 giorni di distanza l’uno dall’altro: Un cammino a tappe, intenso, personale, ma non solitario. Dopo due anni dolorosi, raccontati in “Taking Care” (2012), “A Path made by Walking” rappresenta il giorno dopo. Ci si rialza dai gior...
Sul palcoscenico il creativo non è più un attore: è un regis... Se un tempo il creativo era quasi un uomo da copertina, oggi è un regista del backstage dei processi con il quale il mercato accoglie le iniziative delle aziende davvero innovative. Creatività e comunicazione sono due concetti che da decenni camminano mano per mano. La creatività è quella capac...
Stampare poster per un concerto: serve ancora? Stampare poster o locandine per il proprio concerto non è affatto una moda superata ma gioverà alla vostra fan base! Ecco una delle cose che una band o un artista dovrebbe fare in prossimità di un concerto o un evento che lo riguarda in prima persona: colpire per attrarre il maggior numero poss...
Perché ci piacciono tanto i Chupa Chups? Chupa Chups, il brand di lecca-lecca per antonomasia, ha fatto la sua comparsa in Spagna nel 1958 ed è diventato presto un fenomeno culturale tanto che il suo nome è ormai diventato un sinonimo di lecca-lecca in molti paesi. Per diversi motivi il lecca-lecca Chupa Chups, inventato a Barcellona ...

social-network-following-popup

TI DIAMO UN BACIO SE CI SEGUI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!