I giovani non distinguono le notizie false su Facebook

Condividi con i tuoi amici su:

Bufale e dintorni, ovvero notizie false, ingannevoli, phishing, scam, spam. Diffondere le bufale è inutile, irrazionale e in alcuni casi, pericoloso.

I giovani non distinguono le notizie false su Facebook

Ormai internet è diventata una sorta di discarica. Proliferano i siti patacca, e piovono in continuazione bufale, mezze bufale, notizie vecchie spacciate per nuove, dichiarazioni di chicchessia come fossero notizia, notizie con foto non attinenti, persino scherzi che poi la gente prende per buoni. Il dramma è che poi questi siti siti prosperano e si arricchiscono alle nostre spalle.

Da quando Facebook è il posto più popoloso dopo il pianeta Terra, la condivisione di notizie false, di acchiappalike senza fondo di verità è all’ordine. La maggior parte dei teenager non è infatti in grado di distinguere una notizia vera da una falsa sui social, e tende a credere anche a quelle postate da inserzionisti pubblicitari.

La maggioranza dei giovani crede a tutto quello che legge su social. Lo afferma un rapporto pubblicato dall’università di Stanford sul proprio sito, basato su quasi ottomila studenti delle superiori e dei primi anni di università. Lo studio, spiega l’autore principale, Sam Wineburg, in un comunicato, era focalizzato su la capacità di analizzare le news lette sui siti, sulle bacheche di Twitter e Facebook, sui commenti dei lettori di forum ma anche su post e foto di blog privati.

Dalla ricerca è emerso ad esempio che l’82% degli studenti non è in grado di distinguere tra una vera notizia e un contenuto sponsorizzato, mentre il 40% ha legato automaticamente una foto di un cerbiatto con malformazioni a una notizia su Fukushima, anche se nell’immagine non c’era nessun accenno a dove fosse stata scattata.

Più di due terzi degli intervistati non ha trovato nessun motivo di dubitare di un post scritto da un dirigente bancario che affermava che i giovani hanno bisogno di piani finanziari, mentre solo un quarto del campione è stato in grado di distinguere il vero profilo Facebook di Fox News da uno fittizio.

Prima di condividere compulsivamente le notizie false sui social, pensate sempre che state regalando soldi a delle persone in mala fede, che hanno interessi particolari, economici o propagandistici. Se avete qualche dubbio, un veloce giro su Google è in grado di chiarire tutto.

Rendiamo questo luogo migliore. Grazie.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Because I’m happy, tutto è concesso! Come dire "poichè sono felice", mi vesto come mi pare - parola di Pharrell Williams! Ma siamo sicuri? A suggerirci questa riflessione sono stati gli amici di RadioDeejay che hanno commentato il video di Pharrell Williams e il suo look alquanto originale, per non dire, un pò strampalato. Della s...
Fatto a mano: la tendenza handcraft che unisce l’Europ... Fatto a Mano: un aggettivo italiano per sottolineare la valenza della manualità creativa e l'eccellenza degli artigiani europei. La manualità creativa è ormai un fenomeno internazionale. Sempre più donne, ma anche uomini, si dedicano con entusiasmo all'arte dell'handcraft. Quello del fatto a ma...
PIMI e PIVI del MEI 2012 Plindo supporta i due premi più importanti del mondo musicale indipendente Per il secondo anno consecutivo il PIMI e il PIVI, rispettivamente  Premio Italiano Musica Indipendente e Premio Italiano Videoclip Indipendente promossi dal MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, si svolgeranno nell’am...
Ci sei o ci fai? Quando la stupidità sana è necessaria 5 cose sceme da fare per sdrammatizzare la vita con un po’ di sana stupidità. Bene amici, rieccoci nello spazio degli Indiana Jones del nuovo millennio: le ultime volte ci siamo soffermati sui punti da tenere sotto controllo per mantenere fede a un obiettivo nel 2015 e per rilassarci nei moment...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio