Gli influencer finiscono nel mirino dell’Antitrust

Condividi con i tuoi amici su:

La Guardia di Finanza invia lettere di richiamo a Fedez, Chiara Ferragni, Belen Rodriguez, Alessia Marcuzzi, Anna Tatangelo, Melissa Satta e Federica Pellegrini.

Gli influencer finiscono nel mirino dell'Antitrust

L’argomento è evidentemente bollente, dato che era finito anche in un ordine del giorno del ddl Concorrenza che impegna il governo ad intervenire a livello legislativo “affinché l’attività dei web influencer sia regolata” e nei mesi scorsi era stato oggetto di un esposto dell’Unione Nazionale Consumatori che oggi esulta parlando di “vittoria”.

L’Antitrust non fa assolutamente i nomi dei personaggi coinvolti, che sui social vantano milioni di follower, ma lancia l’allarme su fenomeno in crescita esponenziale che in altre parti del mondo è già stato affrontato, dagli States dove è intervenuta la Federal Trade Commission alla Gran Bretagna dove i contenuti sponsorizzati devono essere chiaramente identificati da apposite diciture.

Un giudizio di determinati blogger o influencer su una borsa o un profumo o anche solo un loro scatto con una maglia o un hotel, infatti, può far decollare le vendite. Ma spesso i follower-consumatori percepiscono tali comunicazioni come consigli derivante dall’esperienza personale e non come una comunicazione pubblicitaria.

Non a caso un tweet o uno scatto su Instagram di questi personaggi vale oro. La regina italiana è Chiara Ferragni: secondo un’indagine del Daily Telegraph la fashion blogger trentenne porta a casa per ogni promozione pubblicitaria sul social circa 10.400 euro ed è sesta tra le influencer di tutto il mondo.

Alla fidanzata di Fedez, divenuta famosa per il seguitissimo blog The Blonde Salad ma ormai anche imprenditrice e stilista, bisogna però riconoscere di aver incominciato a inserire l’hashtag #ad (advertising) su molte delle foto pubblicate, proprio per evitare la pubblicità occulta. E alcuni degli altri vip coinvolti stanno seguendo l’esempio, ma evidentemente non tutti.

E le richieste che l’Antitrust fa a influencer e blogger, nelle lettere inviate qualche giorno fa, vanno proprio in questo senso: l’Authority auspica che siano chiaramente riconoscibili le finalità promozionali con hashtag ad hoc come #pubblicità, #sponsorizzato, #advertising, #inserzioneapagamento, o, nel caso di fornitura del bene (anche a titolo gratuito) #prodottofornitoda.

Considerato che il fenomeno del marketing occulto è ritenuto particolarmente insidioso, in quanto è in grado di privare il consumatore delle naturali difese che si ergono in presenza di un dichiarato intento pubblicitario, l’Autorità sollecita tutti gli operatori coinvolti a vario titolo nel fenomeno a conformarsi alle prescrizioni del Codice del Consumo, fornendo adeguate indicazioni atte a rivelare la reale natura del messaggio, laddove esso derivi da un rapporto di committenza e abbia una finalità commerciale, ancorché basato sulla fornitura gratuita di prodotti.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Consigliare romanzi: “NON AVEVO CAPITO NIENTE” Consigliare romanzi contemporanei non è il mio forte, ma per stavolta potrei fare un’eccezione Com’è il detto? “La prima volta non si scorda mai.”. Ecco, questo è il mio primo articolo che scrivo per Plindo. Wow, mi dico, cerca di buttar giù qualcosa di buono. Mi faccio due risate con qualche vid...
Tribute band, attenzione alla Guardia di Finanza! Tribute band, quanto suonano! E quanto guadagnano! Ma dichiarano al fisco italiano tutto ciò che incassano? La maggior parte dei locali ospita tribute band in grado di garantire loro un ampio pubblico. Se la band originale si è addirittura sciolta o un componente è morto (per quanti soldi uno p...
La realtà virtuale è sempre più vicina, parola di Mark Zucke... Mark Zuckerberg: nuove esperienze arriveranno su facebook con la realtà virtuale! Ad accelerare il suo processo di realizzazione della realtà virtuale sarà una collaborazione, forse anche un po’ inaspettata, tra due colossi dei propri rispettivi settori: il Social network più popolare di tutti,...
Speciale Mondiali di Calcio 2014 Arriva la rubrica dedicata ai mondiali di calcio Brasile 2014! Per tutti gli amanti del calcio, oltre che della buona musica, arriva la rubrica dedicata ai mondiali di calcio che si terranno in Brasile. Lo sport, aggregatore naturale, sarà il protagonista principale di questo nuovo appuntamento...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio