Italia, il paese dove l’invidia trionfa?

Condividi con i tuoi amici su:

Siamo davvero affetti da quella malattia chiamata invidia?

Italia, il paese dove l'invidia trionfa?

Perchè la tendenza degli italiani è quella di criticare sempre in negativo l’operato degli altri? Perchè spesso ci limitiamo a guardare solo con estrema superficialità le cose anziché approfondire e cercare di capire? In Italia davvero trionfa l’invidia? Oppure è diffusa in egual modo in tutto il mondo?

La difficoltà delle persone ad andare oltre e cercare di capire qualcosa di diverso, è davvero grande. I più purtroppo si soffermano sull’aspetto più esposto dell’argomento senza scendere in profondità, arruolandosi il diritto di criticare e dare suggerimenti senza che nessuno li abbia richiesti. Tutto questo viene spesso si confonde con la libertà di pensiero.

La libertà di pensiero non ha niente a che vedere l’invidia. Ed è giustissimo che ognuno di noi abbia la libertà di esprimere ciò che pensa come meglio crede, tuttavia è allo stesso tempo consigliabile informarsi, approfondire e cercare di capire altrimenti si corre il rischio che la nostra libertà di pensiero sia fraintesa per invidia.

L’invidia nasce da un confronto tra noi e gli altri ed è sgradevole sia per chi la prova in prima persona che per chi la riceve. L’invidioso è una persona che desidera possedere ciò che altri hanno e che ritiene di non poter avere. Ci sono diverse tipologie di invidia.

La prima è quella rabbiosa, la più pericolosa. Spesso chi ne è affetto non prova nemmeno a chiedersi se ha capito bene. Critica impulsivamente a spada tratta qualsiasi cosa, con quella rabbia (e talvolta ignoranza) tipica di colui che ha disperatamente cercato di farcela nella vita senza mai riuscirci realmente.

La seconda tipologia di invidia è quella passiva, altrettanto pericolosa. Ne sono affetti quelli che provano un sentimento di invidia forte che però lo dimostrano con l’indifferenza più totale; quest’ultimi non muovono alcuna critica, semplicemente evitano di cooperare per non portare alcun tipo di vantaggio alla persona oggetto di invidia.

Il terzo e ultimo tipo di invidia è quella che affligge coloro che inizialmente, per esempio, fanno concretamente parte di un determinato progetto, dopodichè, allontanandosi da questo per le più svariate vicissitudini, lo criticano in maniera feroce, tuttavia, in incognito. Pericolosissimi.

E voi in quale tipologia di invidia vi ritrovate?

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

I regali per San Valentino sono graditi? Consigli per gli acquisti online dei regali per San Valentino, idee regalo decisamente unconventional! Regali per San Valentino perchè sono attesi ma meglio se non i soliti fiori, almeno secondo una ricerca di Privalia, outlet di moda e lifestyle che ha indagato tra un campione rappresentativo ...
La Vetrina Virtuale di Musica Indipendente RadioCicletta parla di Plindo, vetrina virtuale di musica indipendente Ancora un saluto a voi RadioCiclisti, adesso è il momento di parlare un pò di PLINDO.com, una vetrina musicale in cui si possono scoprire nuovi artisti e scaricare gratuitamente un singolo diverso e casuale ad ogni visita...
Cosa vi serve per essere felici? Sesso, soldi? Inizia sempre... Tikker, l'orologio che segna il conto alla rovescia della propria vita, promette di renderla più bella e appagante. Ma vi ricorderete di guardarlo mentre siete impegnati ad essere felici? Essere felici a tutti i costi? No, bastano soli 74$ (che nel 2013, al momento del lancio, erano 59$) per l'...
Perchè regalare un gioiello? Avete pensato di regalare un gioiello a vostra moglie o alla vostra fidanzata? Sei un uomo romantico o cerchi di apparire tale agli occhi della tua dolce metà? Ricorda: gli uomini romantici regalano gioielli! Anelli, collane, orecchini, oggetti che sublimano la bellezza della vostra donna, la e...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio