Maharishi Yogi: fu il guru dei Beatles

Condividi con i tuoi amici su:

Se i quattro ragazzi di Liverpool non avessero deciso un giorno di andare in India per avvicinarsi alla meditazione trascendentale, forse l’occidente non avrebbe mai conosciuto Maharishi Yogi.

Maharishi Yogi: fu il guru dei Beatles

Piccolo di statura, capelli lunghi e barba bianca, dimesso nella lunga tunica indiana, mistico, filosofo e guru, il fondatore della meditazione trascendentale e del movimento ad essa relativo nasceva, secondo le fonti più accreditate, il 12 gennaio 1918, nel villaggio di Chichli, vicino a Gadawara.

La figura di Maharishi Yogi diventò familiare a milioni di persone dal 1968, quando, dopo una sua conferenza in Galles alla quale partecipò George Harrison, i Beatles decisero di provare la meditazione trascendentale, raggiungendolo a Rishikesh. Quel periodo trascorso in India dai Beatles e dalle loro compagne dell’epoca e immortalato in centinaia di foto, spinse un’intera generazione verso le filosofie orientali.

Nello stesso periodo in cui i Beatles furono suoi ospiti, si avvicinarono a Maharishi anche Donovan, Mike Love dei Beach Boys, Mia Farrow e sua sorella Prudence, alla quale John Lennon dedicherà la bellissima “Dear Prucence”. Più tardi arrivarono molti altri artisti e star, da Clint Eastwood e Andy Kaufmann a Deepak Chopra e la scuola del Maharishi si trasformò in una vera e propria industria, con un giro d’affari di milioni di dollari.

Mahesh era il suo nome proprio, mentre Maharishi e Yogi due titoli onorifici. Il guru iniziò a farsi chiamare così intorno agli anni sessanta. Dal 1953 Maharishi comincia a diffondere la tecnica della meditazione trascendentale in India e, a partire dal 1958, anche in varie nazioni orientali e occidentali nell’ambito di una serie di veri e propri tour.

A metà anni settanta promuove il TM-Sidhi Program, un training che avrebbe permesso agli adepti di apprendere l’arte della levitazione. Nel 1992 si trasferisce a Vlodrop, nei Paesi Bassi e nel 2000 fonda la Global Country of World Peace, un’associazione non profit per la diffusione della Meditazione Trascendentale e della pace. All’inizio del 2008 annuncia il suo ritiro da ogni attività per dedicarsi al mauna (silenzio spirituale) che osserverà fino alla morte, avvenuta nello stesso anno.

Attualmente vi sono nel mondo oltre 1000 centri di Meditazione Trascendentale (una trentina in Italia) ed esistono anche scuole e università che la insegnano (clicca qui per maggiori info). È stato stimato che il cosiddetto impero di Maharishi ha un valore di vari miliardi di dollari.

Secondo Maharishi Yogi la meditazione trascendentale, spinge il mondo verso un nuovo rapporto tra gli esseri umani e la natura, per provare a far tornare la luce nel cuore degli uomini. E con uno dei suoi più famosi seguaci sembra esserci riuscito se David Lynch ha dichiarato:

Ogni aspetto della mia vita è cambiato da quando ho iniziato a seguire la meditazione trascendentale.

Il luogo dove Maharishi Yogi accoglieva i suoi ospiti era l’ashram (luogo di meditazione e romitaggio) che sorgeva nei pressi di Rishikesh, la capitale mondiale dello yoga, situata sul Gange, ai piedi dell’Himalaya e circondata da giungle.

Diversamente dagli ashram tradizionali, generalmente spartani, quello di Maharishi era progettato per incontrare i gusti occidentali e appariva molto lussuoso. I bungalow erano in pietra, con riscaldamento e mobilio in stile inglese. Non mancava una pista per il jet che era stato donato al guru. Il soggiorno dei Beatles all’ashram durò meno del previsto e si concluse non senza polemiche.

Paul McCartney dirà in seguito:

Credevamo che ci fosse molto di più in lui, invece è umano e noi non avevamo pensato che lo fosse.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Exitwell: pronti per una nuova stagione! Dopo una lunga estate di eventi e (pochissimo) riposo torniamo in stampa con il quarto numero del nuovo corso di ExitWell Magazine (quattordicesima uscita complessiva). È stata un’estate ricca di buona musica e graditissimi incontri, che ci ha portato a girare un po’ l’Italia ospiti di interess...
IYDLIYAF: immagine di una vagina gigante dai colori ultra po... Come fa un’idea estemporanea – una vagina pop, dai tratti semplici e caramellosi - a trasformarsi da provocazione a brand di successo in tutto il mondo? Da Roma a Miami, passando per Parigi, Londra Tokio, Manila, Montréal, Rio, ecco la storia dell’adesivo più attaccato, discusso, censurato ed a...
Gli arabi comprano il Castello di Sammezzano Il Castello di Sammezzano, classificato primo nei Luoghi del Cuore FAI 2016, è stato venduto agli arabi: ecco tutti dettagli della compravendita! Il Castello di Sammezzano a Reggello, raro esempio di architettura orientalista dell'800 per iniziativa di Ferdinando Panciatichi Ximenes d'Aragona, ...
FTBD2016: le votazioni Siamo giunti alla seconda fase, quelle delle votazioni per decretare le migliori proposte che entreranno a far parte della nuova compilation di Plindo! È passato un mese dall'inizio della nostra nuova iniziativa realizzata grazie a Dolphin's Sound, Meridian e LaLeyla ed è giunto il momento d...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio