Sette regole per scomparire nel nulla

Condividi con i tuoi amici su:

Scomparire nel nulla lasciandosi alle spalle moglie o marito, un capoufficio o un socio invadente, una famiglia impossibile o qualcuno che ci minaccia.

Sette regole per scomparire nel nulla

La prima cosa da fare è pensarci bene. Scomparire nel nulla non è così semplice, qualche problemino potresti averlo. Tipo: se fingi di essere morto, è illegale. Se scappi dai debiti, è reato. Poi: sparire da solo ti darà molte più possibilità che farlo in due. Portarsi dietro un bambino è una pessima idea, è ovvio. Valuta anche quante energie e soldi potrebbero essere investiti da chi ha interesse a trovarti.

Negli USA, soprattutto, sparire nel nulla è già un business. Ci sono siti specializzati che vendono, per cifre notevoli, il kit dello scomparso: nuova identità, documenti regolari emessi da Paesi non legati all’Occidente, conti bancari in paradisi fiscali, carte di credito, biglietti aerei sola andata. Ma questo è solo un aspetto di una serie di riflessioni che possono anche diventare, e che sono, un progetto filosofico. Sparire completamente dalla società, dalle istituzioni e dalle regole sembra ormai l’ultimo traguardo di libertà e di realizzazione totalmente autonoma dell’individuo. I segnali ci sono. I perché non mancano. Tecniche e metodi imperversano. Sempre più esposta, minacciata, controllata e sensibile, l’identità individuale prova a darsela a gambe come può.

Nel farlo, potrà accettare compromessi, rifiutarli del tutto o, al limite, inventarsene di nuovi.

Dovrai liquidare sistematicamente tutto. Vendi casa, collezioni e gioielli di famiglia. Vendi letteralmente ogni cosa e comprimi la tua vita in due valige. Abbandona l’auto, aperta, in una zona poco raccomandabile, dove possa essere rubata. Non portarti dietro nulla, insomma, tanto meno foto e ricordi: la nostalgia è una brutta bestia.

Preparati con calma, dai un’impressione di normalità. Ti sposterai in autobus o in pullman, pagherai in contanti, eviterai come la peste i tassisti e l’autostop. E nessuno, nessuno, dovrà sapere dove sei: nemmeno il tuo migliore amico. Chiunque potrebbe parlare. Questo silenzio forzato è la tua assicurazione per il successo.

Sette regole per non destare sospetti e scomparire nel nulla per sempre.

  1. Pensarci bene prima di prendere la decisione. È importante essere davvero sicuri di volersene andare per sempre: in caso contrario la malinconia sarà sempre in agguato e potrà giocare brutti scherzi.
  2. È fondamentale conquistare la complicità delle persone care, per evitare che alla vostra scomparsa comincino a cercarvi allertando le forze dell’ordine.
  3. Cominciare a svuotare i conti bancari. L’operazione non va fatta all’ultimo momento utile prima della partenza, ma parecchio tempo prima.
  4. Non commettere alcun tipo di illegalità.
  5. Visitare per tempo il Paese prescelto, anche più d’una volta, e stabilire durante i viaggi perlustrativi contatti utili con la popolazione locale. Ovvio, mantenere con tutti il riserbo sulla destinazione dei vostri viaggi.
  6.  Non usare assolutamente mai voli diretti: per trasferirsi nel paese scelto è meglio utilizzare mezzi diversi, facendo il viaggio a piccole tratte, in modo da far perdere le tracce dei vostri spostamenti.
  7. Non comunicate con le persone care attraverso telefonini o e-mail. La tecnica migliore è quella dei «pizzini», non a caso la usava anche Provenzano.

Condividi con i tuoi amici su:

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!