Intervista a Le Malanime

Le Malanime è una band originaria tra Roma e Latina di rock alternativo con testi in italiano e dalle sonorità emotive, acute e introspettive.

Intervista a Le Malanime

Il singolo d’esordio “Libera Mente” è stato inserito nella colonna sonora del film “Buon compleanno Sally” per la regia di Claudio Corinaldesi (Tauron Entertainment) e presentato il 20 ottobre scorso all’interno del Festival Internazionale del Film di Roma con la proiezione del videoclip ufficiale realizzato con le immagini del lungometraggio.

Le Malanime è una nuova band proveniente da Latina che sta facendo parlare grazie ad un alternative rock dotato di sentimento e melodia cantanto in italiano ed arrangiato in modo particolare. Il loro album fino dal titolo ci ha incuriosito: “La cura, il male e l’estasi”. Ci dovete spiegare tutte e tre le cose…

Prima di tutto grazie per questo spazio che ci concedete per parlare di noi e del nostro progetto. Dunque, il titolo è stato scelto in base al progetto in generale, poichè le tematiche di fondo, sono prettamente di carattere emotivo, introspettivo, affrontandone gli aspetti negativi e cercandone una via di risoluzione, ecco perché abbiamo scelto di mettere “ La Cura”, prima de “Il male”, concludendo poi con “L’estasi” poichè dopo ogni momento difficile, la felicità acquista un sapore estatico.

Nel brano i “Fiori di Bovary” c’è anche un ospite speciale: Ilenia Volpe. Come è nata la collaborazione?

Ilenia prima che una grande artista è una persona speciale con una sensibilità ed attenzione alle diverse realtà musicali indipendenti, grazie ad un’amicizia in comune, con i ragazzi dell’associazione culturale Mayhem, le abbiamo proposto la bozza del pezzo, dal quale è rimasta piacevolmente incuriosita e colpita ed ha deciso di prendere parte allo stesso.

Siete all’esordio eppure un vostro brano è già stato inserito in un cortometraggio: “Buon Compleanno Sally”. Come è nato il tutto?

Le: Claudio Corinaldesi, oltre ad essere un attore affermato nella scena italiana, è regista e sceneggiatore del corto, che descrive la cruda realtà della tossico dipendenza giovanile, ma anche un amico di vecchia data, con il quale abbiamo da sempre condiviso la passione per la buona musica, ha seguito personalmente la nascita dell’album e colpito dal brano “Libera mente”, ci ha chiesto di poterlo inserire come brano d’apertura di Buon Compleanno Sally.

State suonando molto dal vivo. Che spettacolo portate e quali sono le vostre impressioni?

Le: I nostri concerti sono caratterizzati da un alternarsi di sonorità dure dirette, a ballate melodiche, filo comune è la poesia, che si ritaglia uno spazio fondamentale nelle nostre composizioni, talvolta inserendo qualche tributo a qualche autore che ha contribuito alla nostra formazione musicale, riarrangiato in stile Malanime.

Qual è la vostra ricetta per continaure a farvi notare anche in futuro?

Cercare di creare sempre qualcosa di vero che possa trasmettere la nostra passione e le nostre emozioni a chi ascolta.

A cura di David Bonato

Articoli interessanti

Intervista ai Gatti Mézzi Il duo pisano dei Gatti Mézzi fa tappa all’Auditorium Flog e, prima di salire sul palco, si racconta in un’intervista esclusiva ai microfoni di Plindo. I Gatti Mézzi, alias Tommaso Novi e Francesco Bottai, sono uno di quei gruppi che li ascolti una volta ed è subito amore. Sarà per il piglio de...
Intervista ai Sixtynine dalla Slovenia Una band davvero indipendente: finanziano le proprie produzioni, trovano i concerti da soli, gestiscono autonomamente la comunicazione, internet e i social network. Ecco la traduzione della bellissima intervista realizzata a cura di Laura Dainelli ai carismatici componenti dei Sixtynine. Abbia...
Intervista agli Street Clerks Vi ricordate gli Street Clerks, la band di X Factor? Gli Street Clerks non sono di certo spariti e sono protagonisti come resident band del programma di Alessandro Cattelan "E Poi C'è Cattelan" , ricoprendo il ruolo che in America al David Letterman è svolto dalla CBS Orchestra di Paul Shaffer!...
Intervista ai Fantasia Pura Italiana Ironia, teatralità, psichedelia: questi gli ingredienti dell'insalata “Fantasia Pura Italiana”. Con un sound variegato, testi pungenti e un uomo-gorilla come mascotte, i Fantasia Pura Italiana sono partiti da Prato per conquistare un posto nel panorama indipendente nazionale. Fantasia Pura Ita...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!