10 curiosità sulla moda

Condividi con i tuoi amici su:

Chi ha lanciato la moda delle spose in bianco? Che c’entrano i reggiseni con le tute degli astronauti? E il bikini con la bomba atomica? 10 curiosità da… guardaroba.

10 curiosità sulla moda

La moda anni è spesso conosciuta per i suoi eccessi, le sue stravaganze in fatto di abbinamenti particolari e colori super accesi. Per non parlare dell’esagerazione di un lusso quasi eccessivo. Gli anni Ottanta per esempio sono gli anni della corsa al successo in cui la donna acquista sempre più importanza e indipendenza, traguardi che si esprime in numerosi modi differenti: dallo stile scanzonati della Madonna di “Like a Virgin”, a quello sicuramente più sobrio della donna lavoratrice.

Siete sicuri di sapere tutto ma proprio tutto sui vostri oggetti dei desideri? Forse si o forse no, leggete le curiosità qui di seguito.

1. COSTUMI E ATOLLI

L’inventore del bikini moderno, Louis Réard, lo chiamò così in onore dell’atollo del Pacifico, dove gli Stati Uniti facevano i test nucleari: sapeva che la sua invenzione avrebbe fatto il botto, come… la bomba atomica. Anche se subito dopo il debutto, il bikini fu vietato in Belgio, Italia, Spagna e Australia, e dichiarato indegno dalle autorità del Vaticano.

2. ASTRONAUTI CON IL REGGISENO

Le tute spaziali indossate da Neil Armstrong e Buzz Aldrin per lo sbarco sulla Luna, nel 1969, furono create dalla Playtex, azienda famosa per la produzione di reggiseni: il suo progetto di tute ultra-resistenti fu quello che convinse di più la NASA.

3. RIVISTE SOLO PER UOMINI

La prima rivista di moda? Fu pubblicata in Francia nel 1678, si chiamava Le Mercure Galant, trattava vari argomenti di costume ed era rivolta solo… ai lettori di sesso maschile. Una rivista di moda femminile arrivò solo 16 anni dopo.

4. LA SPOSA IN NERO

Prima del matrimonio della regina Vittoria nel 1840, il bianco era un colore tradizionalmente associato al lutto. Ma le sue foto in bianco accanto al principe Alberto di Sassonia fecero il giro del mondo e fu subito moda.

5. LA NASCITA DEI BOXER

Nel 1925. Jacob Golomb, fondatore della società di impianti di boxe Everlast, decise che era venuta ora di modificare il design dei calzoncini indossati da pugili, sostituendoi lacci di pelle con cinture elastiche più flessibili. Erano ufficialmente nati i boxer da uomo.

[cta id=”13908″ align=”none”]

6. GRADEVOLI EFFETTI COLLATERALI

Il moderno perizoma è un effetto collaterale delle politiche di Fiorello La Guardia, amatissimo sindaco italo-americano di New York, che lo impose alle ballerine dei night club, nel 1939 perché fossero… meno nude.

7. UOMINI CON I TACCHI

I primi tacchi alti li indossarono sia gli uomini che dalle donne. Gli uomini li indossavano perché il tacco gli consentiva una maggiore stabilità a cavallo, tenendo il piede sicuro nello stallo. Ma la moda passò nel 1740.

8. LA BUONCOSTUME COREANA

In Corea del Sud fino al 2006 è stato attivo uno speciale corpo di polizia i cui compiti erano verificare la lunghezza delle minigonna delle donne: quelle troppo corte, rischiavano una multa (e in qualche caso il fermo).

9. BOUTIQUE ROMANE

Gi storici concordano che il primo “mall” (centro commerciale) di cui abbiamo traccia furono i Mercati Traianei, costruiti nell’antica Roma, tra il 98 e il 117 DC, al tempo dell’imperatore Traiano. Si componevano di diversi livelli e più di 150 negozi che vendevano dall’abbigliamento alle spezie.

10. SOLDATI SENZA CALZE

L’esercito russo ha iniziato a indossare le calze solo nel 2007. Prima di allora ai soldati era richiesto di avvolgere pezzi di stoffa attorno ai loro piedi per indossare le calzature da battaglia.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Let it grow – Barba: moda temporanea o stile di vita? Nel momento in cui la barba diventa un fenomeno di moda, prendersene cura e viziarla un po’ diventa una vera e propria necessità. Fateci caso: negli ultimi tre-quattro anni la moda maschile è cambiata un’infinità di volte. Ha preso la sua rivincita, dopo anni in cui in giro si trovavano solo ca...
Dal riciclo al riuso: a Natale è upcycling mania La tendenza ha un nome, si chiama upcycling-mania, ovvero l’arte di dare nuova vita, rinnovate funzioni e un nuovo valore estetico agli oggetti già utilizzati. Più che il vecchio riciclo ora va di moda il riuso: non si butta via niente ma anzichè l'assai poco chic ricollocazione del pacco magar...
Mario Martone, Elio Germano e il Giovane Favoloso Presentato in concorso alla 71ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, “Il giovane Favoloso” continua ancora a riscuotere successo tra il pubblico Sabato era una di quelle fredde serate d’autunno in cui non hai assolutamente voglia di fare niente se non startene in casa sotto ...
La pizza nel mondo La pizza è il piatto che rappresenta l’Italia in giro per il mondo, è copiata da tutti e questo ci fa onore e ne andiamo fieri. La pizza rappresenta il nostro marchio di fabbrica nel mondo. Gli stranieri infatti tendono ad accostare questo piatto all'Italia. Dal punto di vista etimologico il no...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio