Carolina Herrera: la stilista

Condividi con i tuoi amici su:

Carolina Herrera, che dal 1981 ad oggi, con ben due marchi all’attivo, non smette di donarci perle indimenticabili.

Carolina Herrera: la stilista

Nata a Caracas, in Venezuela, e naturalizzata statunitense, Carolina Herrera, nome completo Marìa Carolina Josefina Pacanins y Niño e conosciuta anche come Marchesa di Torre Casa, è rinomata in tutto il mondo per il suo stile e la sua eleganza, che l’hanno portata ad essere una delle stiliste più seguite e acclamate dei nostri tempi.

La sua casa di moda, che porta il suo stesso nome, è una vera icona di stile ed eleganza, che dona al mondo della moda perle indimenticabili e che nel 2008 ha lanciato anche un nuovo marchio, già amatissimo negli Stati Uniti: CH Carolina Herrera.

Ha presentato le sue collezioni autunno-inverno 14/15 alla New York Fashion Week, come anche quelle primavera-estate. Sono collezioni spiccatamente orientali, che trovano ispirazione nel Medio Oriente e nel Sol Levante, nell’abile mix tra copricapo squadrati e abiti in stile kimono giapponese, variopinti da stampe floreali e impreziosisti da make up e acconciature particolari, esotiche e molto articolate, ispirate anche loro al Giappone e agli spettacolari e raffinati ciliegi in fiore.

I colori, però, a sorprendere e deliziare, giocano di contrasto al clima caldo e orientaleggiante delle forme, con palette fredde, che annoverano i toni del grigio e del blu notte primi su tutti, movimentati da punte di arancione, ad accentuare ancora di più questo contrasto.

Il contrasto è senz’altro un tema ricorrente nelle collezioni dell’Herrera, che unisce geometrie ispirate ad architetture minimaliste, ma anche al folklore etnico di popoli lontani, senza però mai cadere nel banale, grazie al suo stile e alle sue indimenticabili e ancestrali influenze sudamericane, che insaporiscono ogni sua creazione.

Come previsto, le collezioni hanno riscosso, come sempre, un successo incredibile, soddisfacendo i gusti anche più esigenti, grazie ai tanti elementi così ben combinati tra loro. Standing ovation, dunque, per Carolina Herrera, che vede confermato il suo stile in maniera vincente e altrimenti non potrebbe davvero essere.

A chi, infatti, non piace un’eleganza così semplice e al contempo ricercata? Il pubblico femminile infatti continua ad apprezzare le sue creazioni, sia per quanto riguarda gli abiti di alta moda che gli accessori o le fragranze (qui puoi vedere quali sono in commercio), facendo registrare un boom di vendite soprattutto online, grazie anche all’apparizione di Michelle Obama, in abiti Carolina Herrera appunto, ad una cena di gala della Casa Blanca lo scorso febbraio.

L’arte prende il sopravvento quindi, senza scordare quelle che sono le necessità del mondo della moda, ma riuscendo comunque a unire architettura, antropologia e radici lontane senza mai risultare banale o forzato.

Le donne acquistano una femminilità sensazionale dentro gli abiti e i tailleur dell’Herrera, che sa sottolineare l’aspetto femminile senza frivolezza, ma anzi, donando un carattere forte e solido. Tutto trova il giusto posto, nelle collezioni di Carolina Herrera, che dal 1981 ad oggi, con ben due marchi all’attivo, non smette di donarci perle indimenticabili.

Articolo a cura di Susanna Giordani
Vuoi scrivere su Plindo? Clicca qui.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Che pijiama portare in vacanza? Tute e pijiama: due capi di punta anche nel guardaroba femminile dell'estate! La tuta e il pijiama (o pigiama), due pezzi da novanta del guardaroba di stagione, due capi che non possono mancare nella valigia delle vacanze, riletti con tessuti più spessi anche per la versione invernale. Il pijia...
Italia e mostre: un anno di arte e cultura Molteplici e validissime sono state le mostre allestite in Italia nel 2014: ecco le prime tre a salire sul podio per numero di visitatori Arrivati a fine anno nel web e nei social network si trovano le più disparate liste di avvenimenti catastrofici, video e foto di tendenza, celebri morti e na...
Flo Mani Facturing: sarti sociali Flo Mani Facturing produce capi sartoriali dando lavoro a persone in difficoltà. Dopo l'apertura del primo negozio sul Lungarno Corsini, nasce oggi a Firenze Flo Mani Facturing, ovvero un laboratorio che produce capi sartoriali dando lavoro a persone in condizioni di difficoltà. Con Flo Mani...
Eco-friendly e welfare solidale: è boom! “La chiamiamo Terzo Settore, ma in realtà è il primo”, queste le parole davvero significative che il Primo Ministro Matteo Renzi ha utilizzato per descrivere l’Italia “generosa e laboriosa” che opera nel campo del volontariato, delle associazioni no profit, del commercio equo e solidale e delle Onlu...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio