Come scegliere un libro?

Condividi con i tuoi amici su:

Senza perderci tra le mille sfumature dell’essere lettore (debole, forte e bla bla bla), diciamo che pescare un libro dal mucchio e decidere di farci un pezzo di strada insieme è un momento clou!

Come scegliere un libro?

Il passaparola è lo strumento più usato dai lettori per scegliere un libro. L’e-commerce riveste una quota importante ed è più spesso utilizzato per l’acquisto di libri cartacei da chi compera ebook.

Quante volte sei entrato in una libreria perché sentivi la voglia di un bel romanzo, e hai perso un sacco di tempo davanti agli scaffali sterminati e zeppi, indeciso su che cosa comprare? Quante volte poi, una volta arrivato a casa, ti sei accorto che la tua scelta non incontrava affatto i tuoi gusti?

Leggere purtroppo non è una passione a cui piace a tutti ma questo molte volte può essere causato dal fatto che non si è trovato il giusto genere da leggere. C’è sicuramente il genere che si predilige e che si può trovare il piacere di passare una buona lettura, ma appunto, per chi ancora non è riuscito a trovare qualcosa di adatto ai propri gusti può seguire la guida per vedere come trovare il libro giusto.

Ecco una breve guida su come guidare la tua scelta, con ottime probabilità che il libro che hai comprato ti piaccia davvero.

L’ingrediente necessario per scegliere un buon libro è avere voglia di leggere. Il desiderio deve essere spontaneo e non imposto, pena sortire l’effetto contrario, ovvero odiare la lettura per sempre. Un accorgimento importante da tenere a mente è quello di non chiedere consiglio a nessuno, ma provare in autonomia di capire quale potrebbe essere il genere preferito.

Affidandosi ad una terza persona per un libro, si ricevono degli ottimi consigli ma pur  sempre di carattere estremamente soggettivo che non è detto che va in concomitanza con il vostro gusto personale.

Il modo migliore per cominciare a farsi venire delle idee è andare in libreria, lasciandosi attirare dalle copertine: ci si potrebbe far attirare in titoli già sentiti, che hanno sempre incuriosito, o in cose del tutto nuove che comunque attirano l’attenzione. Internet non è ugualmente efficace, perché manca il contatto diretto con il libro.

Restare nell’ambito di un genere di tuo gradimento, aumenta le probabilità di successo che il libro che hai scelto ti piaccia. Se però leggi generalmente romanzi di quella che viene chiamata narrativa generale la scelta diventa più difficile. Non disperare e continua a leggere questa guida con l’ultimo suggerimento.

La quarta di copertina è una fonte preziosissima di informazioni ma soprattutto di ispirazione, per sapere come sceglirere un libro. Leggila con attenzione, incluse le note biografiche sull’autore. Cerca di capire se la lettura di quelle poche righe ti trasmette qualche emozione oppure no. Se non ti trasmette nulla, riponilo, altrimenti aprilo e sfoglia le pagine a caso.

Leggi l’incipit, e lasciati ispirare. Difficilmente sbaglierai.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Pensi di sapere proprio tutto sui calzini? A quando risalgono i primi calzini? Perché col tempo si sono accorciati? È vero che Einstein li detestava? Curiosità sui migliori amici dei tuoi piedi. I calzini più antichi sono egiziani (in foto) e risalirebbero al periodo tra il 250 e il 420 a.C. A quel tempo pare venissero indossati coi san...
Tutte pazze per “La Valigia Rossa” Sex toys a domicilio, con "La Valigia Rossa" i desideri non sono più un tabù. Siamo di fronte ad un nuovo fenomeno, che negli ultimi due anni tra città e provincia ha già coinvolto direttamente qualcosa come duemila persone. Tutte donne. Il titolo è intrigante: La valigia rossa. È quella che ar...
Come capire se si è sicuri di sè stessi? La vita offre parecchie sfide a chi di solito ci appare sicuro di sé; senza dubbio essere fiduciosi non è sempre facile e spesso abbiamo come la sensazione che i problemi ci sovrastino. Ecco di seguito le 7 abitudini più comuni di coloro che hanno molta fiducia in se stessi: realizzerete che ca...
Eco-friendly e welfare solidale: è boom! “La chiamiamo Terzo Settore, ma in realtà è il primo”, queste le parole davvero significative che il Primo Ministro Matteo Renzi ha utilizzato per descrivere l’Italia “generosa e laboriosa” che opera nel campo del volontariato, delle associazioni no profit, del commercio equo e solidale e delle Onlu...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio