Cose che non sai su IKEA

Condividi con i tuoi amici su:

IKEA è arredamento dal design accattivante a prezzi modesti che ha cambiato per sempre il nostro modo di concepire la casa.

Cose che non sai su IKEA

IKEA ha stravolto il nostro modo di intendere l’arredamento, rendendo accessibili mobili e oggetti per la casa che prima si trovavano solo in negozi specializzati e a prezzi non sempre abbordabili. Grazie a una diffusione sempre più capillare e all’efficienza nella produzione, IKEA è diventata una delle aziende più importanti e fruttuose del pianeta.

Fondatore di quest’impero dagli incassi esorbitanti è Ingvar Kamprad, un uomo dalle intuizioni geniali e che nonostante il successo continua a mantenere uno stile di vita piuttosto sobrio: per anni ha guidato una vecchia Volvo, ricicla bustine di tè e non viaggia in prima classe. L’idea vincente di Kamprad è stata quella di realizzare mobili e arredamento low cost, rendendo la casa un posto da poter vestire e cambiare ogni volta che si vuole.

Il nome IKEA, acronimo delle iniziali del suo fondatore Ingvar Kamprad e di Elmtaryd e Agunnaryd, la fattoria e il villaggio svedese di nascita, viene costituita nel 1943 come ditta di vendita per corrispondenza di articoli di uso quotidiano: penne, fiammiferi, orologi, bustine di semi e decorazioni. Kamprad, diciassettenne, decise di utilizzare la somma di denaro ricevuta dal padre come premio per lo studio, per aprire una propria attività.

Ma ci sono ancora alcune cose che non sappiamo sul colosso svedese. Ecco qualche curiosità.

I nomi dei vari oggetti d’arredamento sono legati a persone, luoghi e cose svedesi e vengono stabiliti da uno speciale sistema che determina in che modo denominare determinate categorie di  prodotti.

Il prodotto più acquistato da IKEA? La libreria Billy. In media ne viene venduta una ogni 10 secondi.

IKEA utilizza solo l’1% del legno messo in commercio a livello mondiale. I mobili sono, infatti, realizzati per lo più in truciolato, cioè una forma di segatura compressa.

Ogni anno vengono stampate ben 208 milioni di copie dei cataloghi IKEA. Addirittura si è calcolato che dal 2012 a oggi la tiratura ha superato quella della Bibbia.

Il successo di IKEA è dovuto principalmente alla varietà dei prodotti che offre: il numero si aggira intorno ai 9500.

Ingvar Kamprad fu negato l’ingresso ad una cerimonia di gala in cui doveva ritirare il premio come businessman dell’anno perché arrivò all’evento in autobus.

Negli ultimi anni, è stato calcolato che i prezzi dei prodotti IKEA dal 2000 a oggi siano scesi ogni anno del 2-3%, grazie a un aumento dell’efficienza nella produzione e distribuzione.

Si dice che un europeo su 9 è stato concepito in un letto IKEA.

[cta id=”14815″ align=”none”]

Quale punto ti ha sorpreso di più?

Scrivilo nei commenti!

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Un natale al museo Se i parenti prolissi non fanno per voi, anche quest’anno a natale molte mostre e musei rimarranno aperti Dicembre, l’ultimo mese dell’anno, il più caotico. Fine mese arriva in men che non si dica, senza aver fatto apparentemente qualcosa di utile. Finiscono le lezioni, nei negozi si fanno inve...
Esselunga compie 60 anni Un viaggio lungo 60 anni da ripercorrere insieme attraverso le tappe più importanti della storia di Esselunga. Tutto ha inizio nel 1957 con l'inaugurazione del primo supermercato a Milano in Viale Regina Giovanna. Tra i soci fondatori di Supermarkets Italiani S.p.A. ci sono Bernardo Caprotti e ...
11 problemi che si possono affrontare con la musica Non c'è situazione che la canzone giusta non possa accompagnare. La musica sa "caricarci", consolarci, tenerci allegri. Ma può trovare anche diverse applicazioni scientifiche, perché agisce sulle zone più remote e primitive del cervello. Ecco le più curiose. Udito. In certi casi, l'ascolto cont...
Mangiare e bere a Milano durante la Fashion Week Quali sono i locali più cool di Milano dove mangiare durante la Fashion Week fra una sfilata e una presentazione degli stilisti più di tendenza? La moda non sfila solo in passerella: anche lo street style detta le tendenze di stagione. Durante la settimana della moda le strade di Milano vengono...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio