Consigli per difendersi dal caldo estivo

Condividi con i tuoi amici su:

Cosa fare per difendersi dal caldo estivo e cercare di tenere fresca la propria casa o il proprio appartamento?

Consigli per difendersi dal caldo estivo

Le temperature estive creano enormi disagi quando si è costretti a spostarsi, ma possono far sentire la loro pesante presenza anche in casa. Quando l’estate decide di farsi sentire infatti, non è facile sopravvivere a temperature record, soprattutto se si è ancora in città.

La soluzione è quella di accendere l’aria condizionata 24 ore al giorno e sette giorni su sette? No, decisamente no, poiché forse sarebbe un sollievo momentaneo, ma il portafoglio ne risentirebbe sicuramente. Inoltre restare troppo a lungo in un ambiente climatizzato e privo di umidità potrebbe creare anche problemi di salute come ad esempio mal di gola e irritazione delle vie respiratorie, raffreddore, secchezza delle mucose, epistassi e così via.

Il trucco è ragionare e conoscere le tattiche giuste per combattere l’afa estiva, quindi leggete e fate vostri questi consigli per difendersi dal caldo, metteteli in pratica e tornerete ad amare l’estate e tutti i benefici che questa stagione porta con sé. Seguire qualche piccolo accorgimento potrebbe aiutare e dare un po’ di sollievo.

Ecco delle accortezze da adottare e che, badate bene, escludono l’uso di aria condizionata.

Seguire un alimentazione adeguata alla stagione

Tra le strategie da mettere in atto è molto importante osservare un’alimentazione corretta e mangiare in modo sano e leggero, prediligendo frutta e verdure fresche, pesce, minestre a base di ortaggi, yogurt, uova bollite e formaggi freschi e magri, evitando il consumo di carne rossa, intingoli, insaccati, cibi in scatola, fritti, formaggi stagionati e minestre a base di dado contenente glutammato.

Consumare pasti piccoli e frequenti ( ideali 5 al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena) e mangiare poco la sera, per evitare l’insonnia che si presenta spesso quando il clima è afoso: a questo proposito gli esperti della nutrizione consigliano di mangiare a cena lattuga, radicchio, uova sode, cipolla, pesche, albicocche e nettarine.

Limitare al massimo il consumo di sale (fonte).

Creare penombra per tenere fuori casa il caldo

Vivere in una casa con tante finestre e ben illuminata è un piacere, porta buonumore e fa risaltare gli spazi a disposizione. In estate però dobbiamo imparare a fare a meno di tutta questa luce: anche se è bello accogliere i raggi solari che filtrano dai vetri attraverso le tende, quando il sole batte in modo diretto è consigliabile chiudere le persiane o tirare giù le tapparelle, creando penombra. Questa strategia permetterà di bloccare il caldo che i raggi portano con sé e tenere la casa ad una temperatura di qualche grado inferiore. Lasciate aperte invece le imposte dove il sole non c’è, in modo che illuminino almeno in parte le stanze.

Durante la sera o la notte, quando le temperature scendono e magari c’è un po’ di aria fresca, lasciate aperte le finestre e create un minimo di corrente, in modo da rinfrescare gli ambienti perché siano più confortevoli e agevolino il sonno. Con questa tattica, se il caldo non è eccessivo, potreste anche evitare di utilizzare i condizionatori.

Evitare di utilizzare gli elettrodomestici in cucina

Utilizzare il forno, accendere i fornelli e dover seguire i pasti mentre si cucinano è una sofferenza estrema durante l’estate. Si suda parecchio e la vicinanza a questi elettrodomestici accesi crea fastidio a tal punto da far addirittura passare la voglia di mangiare. Ci sono però valide alternative.

La prima è quella di utilizzare il più possibile verdure fresche di stagione e di creare tante insalate originali e varie, sempre diverse per non annoiarsi mai. Idem per la frutta, magari mangiata fresca riesce a dare sollievo al corpo. Se avete necessità di cuocere qualcosa, perché in effetti non è possibile passare totalmente ad una dieta raw food, cucinatelo con il microonde o, ancora meglio, organizzatevi con un fornelletto o una griglia fuori casa. Non serve avere a disposizione un cortile intero, basta un balcone o un piccolo terrazzo con una mensola d’appoggio, un fornelletto e una presa a cui attaccarlo. Potrete cucinare prelibatezze e grigliare carne e pesce senza creare odore in casa, ma soprattutto senza accendere gli elettrodomestici che riscaldano l’ambiente in cui si trovano.

Utilizzare indumenti leggeri, freschi e comodi

Sia quando uscite che quando siete in casa utilizzate indumenti in tessuti naturali come cotone, seta o lino: in estate queste fibre sono ideali perché permettono alla pelle di traspirare e mantengono il corpo più fresco. Al contrario, fibre sintetiche come ad esempio la licra trattengono il caldo e il sudore sul corpo, che non si raffredda come dovrebbe.

Scegliete anche indumenti comodi e non eccessivamente stretti, con elastici o lacci che impediscono la circolazione e creano fastidio. Anche l’intimo deve essere confortevole e adatto alla stagione, per una ragione in più, ovvero quella di non creare l’ambiente favorevole alla prolificazione di batteri.

Scegliete colori tenuti, che non attirino i raggi solari e, quando uscite, utilizzate un cappello se pensate di dover fare lunghi tragitti a piedi o in bicicletta, oppure se avete necessità di sostare sotto il sole. Seguite questi semplici consigli per evitare insolazioni o malori indesiderati.

Doccia calda per attivare la termoregolazione corporea

Fa caldo e ci buttiamo sotto una bella doccia gelata, che refrigerio! Sì, ma avete notato che il sollievo dura ben poco? Perché il freddo provoca vasocostrizione, che causa una più bassa irrorazione di sangue della pelle e degli arti nello specifico, quindi il corpo immagazzina calore ma non riesce a disperderlo a sufficienza.

Provate invece a fare una doccia calda o, se non la sopportate, con acqua tiepida a temperatura ambiente. Sul momento non dà tanto sollievo, ma la sensazione di fresco arriva in seguito, quando una volta usciti e asciugati non si comincia a sudare in modo eccessivo, perché il corpo riesce a disperdere il calore in modo efficace.

Potete fare impacchi freddi all’inguine, oppure mettere polsi e tempie sotto un getto di acqua fredda: questo crea sollievo in modo adeguato.

[cta id=”14815″ align=”none”]

Bere sano per idratarsi

Idratatevi bevendo tanta acqua, almeno mezzo litro o un litro più della dose normale che consumate nelle altre stagioni meno calde dell’anno. L’acqua idrata il corpo dall’interno, coadiuvando la corretta funzionalità di tutti gli organi e permettendo la traspirazione, che funziona come una sorta di “impianto di climatizzazione” naturale che il nostro copro ha in dotazione dalla nascita. Il sudore è ciò che permette un abbassamento della temperatura corporea, crea equilibrio.

Oltre all’acqua, potete consumare, con moderazione e in caso di attività fisica, bevande con sali minerali e magnesio, quelle che solitamente vengono consigliate agli sportivi. Non eccedete perché potrebbero affaticare i reni. Evitate invece le bevande dolcificate, quelle a base di caffeina e gli alcolici, poiché sono i responsabili di disidratazione.

Scegliere la zona più fresca della casa

Se abitate in una casa a due piani, spesso la zona notte è posizionata al piano di sopra… peccato però che sia anche la parte più calda. Verificate con un termometro la temperatura di entrambe le zone: a volte la differenza è addirittura di 4 o 5 gradi. Se avete spazio, non esitate e trasferite dove fa più fresco tutte le attività, anche il letto possibilmente.

A volte arrivano giorni di ondate di caldo con temperature record, che però non possono durare settimane intere: durante questi limitati periodi dell’anno potete “traslocare” al piano sotto. È possibile magari utilizzare un divano o una poltrona letto, oppure spostare solo i materassi e posizionarli su di un tappeto. L’importante è trovare una sistemazione confortevole per passare la notte e poter riposare a dovere. Se avete dei bimbi non sarà difficile farli spostare, perché per loro sarà un gioco divertente, come fosse un campeggio.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Giulia Regain Luxury Dj: quando la musica si fa impresa Un progetto d’innovazione culturale e luxury che mette al centro la musica, come veicolo di contenuti imprenditoriali: questa l'idea di Giulia Regain Luxury DJ. L’abbiamo incontrata alla Fiera Vitrium di Milano, mentre si esibiva allo Stand della Logli Massimo S.p.a., si chiama Giulia Regain Lu...
5 cappelli di tendenza I cappelli di tendenza sono diventati anche in Italia un accessorio di moda. L’universo dei copricapo è veramente ampio: borsalini, berretti, floppy, a tesa alta o bassa: ecco una guida dei cinque modelli di tendenza. Sia in estate che in inverno il cappello mantiene il primato di accessorio in...
Dal riciclo al riuso: a Natale è upcycling mania La tendenza ha un nome, si chiama upcycling-mania, ovvero l’arte di dare nuova vita, rinnovate funzioni e un nuovo valore estetico agli oggetti già utilizzati. Più che il vecchio riciclo ora va di moda il riuso: non si butta via niente ma anzichè l'assai poco chic ricollocazione del pacco magar...
I 7 hotel più strani del mondo Sei in cerca di una soggiorno senza precedenti? Prenota subito una camera negli hotel più strani del mondo! State già fantasticando su dove pernottare durante le prossime vacanze? Se volete trascorrere delle ferie originali da non dimenticare facilmente, potete prenotare in uno di questi hotel ...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio