Jogging: correre senza stancarsi

Condividi con i tuoi amici su:

Basta pochissimo sforzo per ottenere risultati grandiosi e cambiare in meglio la propria vita. Ci sono trucchi da conoscere per correre senza stancarsi eccessivamente.

Jogging: correre senza stancarsi

Se non sei abituato a fare sport, farai fatica a correre per così tanti minuti; quindi basta correre per allenarsi? No. Bisogna allenare tutto il corpo e, in particolare, adottare delle tecniche di allenamento che permettano un potenziamento intelligente della muscolatura. Già perché non si tratta di aumentare troppo il volume (e quindi il peso) dei muscoli ma di incrementarne la forza.

Quando corriamo trasformiamo lo zucchero in energia, il sottoprodotto di questa trasformazione è il lattato che viene a sua volta utilizzato come ulteriore carburante e trasformato di nuovo in energia. A un certo punto però il corpo non è più in grado di trasformare il lattato in eccesso in energia e questo fa aumentare il livello di acidità nei muscoli e nel sangue, dando quella sensazione di bruciore e di fatica che ogni runner conosce e che costituisce il sistema di allerta dell’organismo per dirti quando è ora di fermarsi.

Per ottenere i risultati migliori dalla corsa è bene avere come obiettivo la media-lunga distanza e la lunga durata. È una pessima idea quella di correre troppo veloce sin da subito perché così raggiungi il burn out molto velocemente. L’esaurimento del tuo carburante, in particolare degli zuccheri, ti blocca le gambe e al posto di una lunga corsa brucia-grassi e liberatoria, ti ritrovi a urlare di dolore e con due tronchi di legno al posto delle gambe.

È importante anche andare ben equipaggiato quando esci a correre. Se, per esempio, porti dei pantaloni che ti stringono alla vita o una maglietta che non ti consente di traspirare correttamente, ti stancherai prima. Come immaginerai, la scelta delle scarpe non è meno importante.

Mentre ti alleni cerca di bere ogni 15 minuti: se la tua distanza non supera i 10 km puoi bere solo acqua, ma su distanza maggiori bevi anche integratori a base di maltodestrine e zuccheri lenti. Non correre a stomaco vuoto: dai 60 ai 90 minuti prima di una corsa mangia un panino o un integratore liquido, o anche un bicchiere di latte e dei biscotti secchi.

Correre in compagnia è un ottimo stimolo per continuare e per impegnarsi. Spesso correre da soli può portare ad abbandonare. Se ci sono delle corse organizzate nella tua città cerca di partecipare. Correre in compagnia fa bene e più divertente e stimola di più.

Non dimenticare il tuo lettore MP3 (magari con la musica di Plindo). Se ti piace ascoltare musica o hai un programma radiofonico preferito, puoi mettere le cuffie quando esci a correre. Anche l’effetto distrazione è importante per evitare la sensazione di stanchezza e resistere più tempo a correre. Il tempo passa prima e il passo aumenta quando ti gasa!

Non è mai giusto esagerare con la corsa. Quando cominciate a correre cercate di seguire la giusta progressione e, anche quando avrete acquisito la giusta esperienza, in allenamento non chiedete mai troppo al vostro corpo: lo sforzo sarebbe eccessivo e, oltre a divertirvi meno, l’allenamento non risulterebbe nemmeno produttivo, perché non potreste concedere all’organismo i giusti tempi di recupero.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Gioielli: impossibile non averli! I gioielli ci permettono di superare le mode del momento, diventando degli accessori must have da sfoggiare in ogni momento della giornata e anche in ogni stagione. I gioielli pensati da grandi griffe o da brand emergenti nel settore della gioielleria, possono rappresentare un ottimo modo per p...
Italia e mostre: il paese delle meraviglie Dopo la classifica delle mostre più visitate nel 2014, ecco una cernita delle esposizioni temporanee da non perdere questo nuovo anno. È iniziato il 2015! Mentre la mattina di capodanno c’era chi cercava di riprendersi dalla sbornia della notte prima, qualche turista distratto si è recato al pa...
Giulia Regain Luxury Dj: quando la musica si fa impresa Un progetto d’innovazione culturale e luxury che mette al centro la musica, come veicolo di contenuti imprenditoriali: questa l'idea di Giulia Regain Luxury DJ. L’abbiamo incontrata alla Fiera Vitrium di Milano, mentre si esibiva allo Stand della Logli Massimo S.p.a., si chiama Giulia Regain Lu...
Mario Martone, Elio Germano e il Giovane Favoloso Presentato in concorso alla 71ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, “Il giovane Favoloso” continua ancora a riscuotere successo tra il pubblico Sabato era una di quelle fredde serate d’autunno in cui non hai assolutamente voglia di fare niente se non startene in casa sotto ...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio