Mundialibro: il campionato del mondo dei romanzi del ‘900

La passione per la letteratura e per la sfida sbarca a Torino con il Mundialibro dell’Unione Culturale Franco Antonicelli

Mundialibro: il campionato del mondo dei romanzi

Se nel 1930 in Uruguay si svolse la prima edizione dei campionati del mondo di calcio, a Torino, nel 2015, a dare il calcio di inizio a dei mondiali saranno niente poco di meno che i libri. La brillante idea di Andrea Bajani e dell’Unione Culturale Franco Antonicelli si chiama Mundialibro, il campionato del mondo dei romanzi del ‘900. La parola d’ordine è passione: la passione degli ideatori e degli agguerriti scrittori, critici e lettori che scenderanno in campo alla difesa (e all’attacco) di alcuni dei migliori romanzi della letteratura del secolo scorso.

Una trovata geniale per i lettori più incalliti, il Mundialibro si protrarrà sino al 2016: suddiviso in due fasi, la prima si svolgerà dal gennaio al giugno del 2015 con la selezione del miglior romanzo italiano del Novecento in sette match più o meno mensili, mentre la seconda fase sarà a cavallo tra il 2015 e il 2016 con data certa ancora da definire.

I nomi nell’elenco sono cinquanta, tutti del XX secolo: dal 1904 con il “Fu Mattia Pascal” di Pirandello sino al più giovane “Nati due volte” di Giuseppe Pontiggia, del 2000. Tutti i nomi potranno essere votati tra il 1° gennaio e il 31 maggio tramite l’invio di una mail all’associazione e il più votato sarà poi presentato alla finale di giugno.

Ogni romanzo quindi avrà il suo allenatore, come una vera e propria squadra di calcio, che dovrà saper difendere la propria squadra/libro, coinvolgere la sua tifoseria ma soprattutto affascinare e convincere la giuria della bellezza del romanzo da lui scelto.

Seppur l’iniziativa sia elettrizzante e molto simpatica, decidere quale sia il miglior romanzo pubblicato è un’impresa ardua e po’ pazza. Ogni romanzo ha la sua storia, il suo fascino, dallo stile con cui è stato scritto sino al messaggio che il lettore dovrebbe cogliere. Leggere un romanzo è farsi travolgere da emozioni che in quelle parole scorgiamo a noi comuni, quindi non solo merito di come è scritto, ma anche dello stato mentale di chi lo legge. Nei romanzi troviamo storie, persone, più o meno realistiche e reali, in cui a volte ci ritroviamo e che ci toccano nel profondo del cuore. Ma non a tutti e non a tutti in modo eguale. E questa è la bellezza di leggere un romanzo.

Il calendario degli incontri è pubblicato qui.

A cura di Giada Divulsi

Articoli interessanti

Espadrillas: la scarpa dell’estate. Scopri la versione... Inossidabili espadrillas, tornano di moda le scarpe con suola in corda e tomaia in tela di yuta o cotone, nate nelle zone rurali della Spagna e divenute celebri negli anni Settanta ai piedi degli hippy. Un tempo considerate delle scarpe da indossare solo in spiaggia o al massimo in località mar...
Cucinare insieme è una terapia d’amore Cucinare aiuta a ritrovare la passione di un tempo con il partner perché permette di confrontarsi regolarmente e vivere nuove emozioni insieme. La relazione di coppia è un percorso in continua evoluzione, non sempre in discesa. Alla base delle crisi c’è in particolare la difficoltà a passare de...
Jimi Roos: il ricamo sbagliato che conquista Ogni pezzo Jimi Roos è fatto con un sistema unico di ricamo e rifinito a mano per creare qualcosa di veramente autentico e stimolante. Una formazione nelle piccole botteghe artigiane di Firenze e poi un master di specializzazione nella moda. Ecco il background dello stilista svedese Jimi Roos, ...
Cosmetici trasversali, efficaci e tutto-in-uno Per un nuovo stile di vita fatto di tanti impegni che si sovrappongono, c'è bisogno di una rinnovata beauty routine, composta da cosmetici efficaci. Viviamo in una società fluida, conduciamo uno stile di vita che non ha più netti confini di orari o di ambiti. Ci siamo abituati a scivolare da un...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!