Gatti Mézzi w/ Betta Blues Society @ Auditorium Flog, Firenze

Condividi con i tuoi amici su:

Serata pisana all’Auditorium Flog: il blues dei Betta Blues Society e il jazz dei Gatti Mézzi chiudono al meglio la stagione del locale fiorentino.

Gatti Mézzi w/ Betta Blues Society @ Auditorium Flog, Firenze

Il caldo ormai è arrivato, l’estate è alle porte, e come ogni anno finisce la stagione dell’Auditorium Flog. La chiusura è col botto ed è tutta targata Pisa.

I Betta Blues Society iniziano a suonare intorno alle 22.30 e subito scaldano gli animi del pubblico – che, noto, ha un’età media più alta del solito – col loro mix di blues, country e bluegrass. Voce femminile calda e graffiata; chitarra semi-acustica; ukulele e via, ci ritroviamo catapultati in Lousiana o a New Orleans. La voglia di iniziare a raccogliere cotone e gridare il nostro dolore per il nostro amore perduto è forte, ma ci tratteniamo. I pezzi si susseguono uno dietro l’altro con un ritmo incalzante, presentati da Elisabetta Maulo (voce); il pubblico ascolta in perfetto silenzio, estasiato. Il tempo vola e si arriva all’ultimo brano quasi senza accorgersene.

È la volta dei Gatti Mézzi e del loro jazz/swing/cantautorato vernacolare. Il locale si riempie – ed è un vero peccato che molti si siano persi la band precedente – e si viene a creare una situazione da “corteo della Cgil”, come ha prontamente notato Francesco: le prime file si siedono per terra a formare un semicerchio, ascoltando in completa adorazione.

Gatti Mézzi Audiotorio Flog - Recensione

L’atmosfera si fa più calda, il ritmo cresce e in poco tempo la metà della sala si ritrova a ballare o a battere piedi e mani a tempo di jazz – roba che nemmeno gli Aristogatti. Una tastiera, una chitarra, un contrabbasso, una batteria e un telo: tanto basta per trascinare il pubblico nel vortice dei Gatti Mézzi, che con l’ironia che li contraddistingue presentano e accompagnano i brani che si alternano “a rota di foho”. Dopo una prima ora di pezzi movimentati, arriva quello che Tommaso chiama “il trittico della desolazione”: tre brani soft, delicati, intimi. “Questo è il momento migliore per andare a fumare”, scherza Francesco.

Dopo questa breve parentesi si torna ai ritmi scatenati per un’altra ora, il pubblico che canta con a band e accompagna il ritmo del contrabbasso e della batteria. Ridendo e scherzando, con le loro storie in musica i Gatti Mézzi riescono ad affrescare situazioni tra le più diverse: dall’invito alle “fihe di plastica” ad uscire di casa e “smetterla coi seghini virtuali” alle problematiche del lavoro, “tanto vale vo a rubare le susine ch’almeno mangio il mio e non mi fo prender per il culo”; dalla politica, “tanto qui a Firenze vu siete tutti democristiani”, alla nostalgia, “volevo parlarti di cose più serie, di cosa rimane fra un figlio e suo padre”; dall’ambiente, “tra un po’ arriva l’estate e Marina di Pisa l’è piena di fiorentini”, ai miti della propria vita, “caro Morandi, ti giuro che stasera anche se ci credo pòo ti voglia dì ‘na preghiera”.

Gatt Mézzi - Flog Firenze

Dopo due ore di concerto, un encore e un pezzo su richiesta, la serata finisce. Chi vuole resta a ballare col DJ set o a fare due chiacchiere in compagnia, tutti gl’artri si va a casa e si conclude la giornata a modino.

Ecco: ora mi metto anche a parlare in pisano.

A cura di Daniele Mu
Foto di Giada Divulsi

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Pain of Salvation live @ Crossroads (Roma) Quando la tecnica incontra l’emozione nascono grandi cose. A due anni di distanza dall’ultimo evento, i Pain of Salvation tornano in Italia con un mini-tour indimenticabile. Nonostante non amino definirsi “progressive”, i Pain of Salvation sono sicuramente una delle band più affermate nello sce...
Fantasia Pura Italiana + Rumori Sospetti @ Auditorium Flog Raramente ho visto il pubblico divertirsi così tanto e l'Auditorium Flog così pieno. I Fantasia Pura Italiana e i Rumori Sospetti hanno incendiato il palco. Doveva essere una serata ordinaria e si è trasformata in un delirio di massa. Musicisti in stato di grazia, pubblico su di giri (e anche u...
Madonna, il sorprendente Rebel Heart Tour di Torino Il Rebel Heart Tour del 19 novembre al Pala Alpitour di Torino è stato, ahimè, solo il mio terzo concerto di Madonna ma a differenza dei precedenti non ho potuto godermelo fino a poco prima, come avrei voluto. Dai tragici eventi di Parigi in primis, uniti a preoccupazioni personali (come quando...
Anathema live @ Alcatraz, Milano Me l'avevano detto: vedere dal vivo gli Anathema è un'esperienza catartica che ogni appassionato di musica dovrebbe compiere almeno una volta nella vita. Gli Anathema sono una band inglese in attività dal 1990, capace di passare dal doom metal a un mix di progressive-alternative-post rock. Oddi...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio