Gatti Mézzi w/ Betta Blues Society @ Auditorium Flog, Firenze

Condividi con i tuoi amici su:

Serata pisana all’Auditorium Flog: il blues dei Betta Blues Society e il jazz dei Gatti Mézzi chiudono al meglio la stagione del locale fiorentino.

Gatti Mézzi w/ Betta Blues Society @ Auditorium Flog, Firenze

Il caldo ormai è arrivato, l’estate è alle porte, e come ogni anno finisce la stagione dell’Auditorium Flog. La chiusura è col botto ed è tutta targata Pisa.

I Betta Blues Society iniziano a suonare intorno alle 22.30 e subito scaldano gli animi del pubblico – che, noto, ha un’età media più alta del solito – col loro mix di blues, country e bluegrass. Voce femminile calda e graffiata; chitarra semi-acustica; ukulele e via, ci ritroviamo catapultati in Lousiana o a New Orleans. La voglia di iniziare a raccogliere cotone e gridare il nostro dolore per il nostro amore perduto è forte, ma ci tratteniamo. I pezzi si susseguono uno dietro l’altro con un ritmo incalzante, presentati da Elisabetta Maulo (voce); il pubblico ascolta in perfetto silenzio, estasiato. Il tempo vola e si arriva all’ultimo brano quasi senza accorgersene.

È la volta dei Gatti Mézzi e del loro jazz/swing/cantautorato vernacolare. Il locale si riempie – ed è un vero peccato che molti si siano persi la band precedente – e si viene a creare una situazione da “corteo della Cgil”, come ha prontamente notato Francesco: le prime file si siedono per terra a formare un semicerchio, ascoltando in completa adorazione.

Gatti Mézzi Audiotorio Flog - Recensione

L’atmosfera si fa più calda, il ritmo cresce e in poco tempo la metà della sala si ritrova a ballare o a battere piedi e mani a tempo di jazz – roba che nemmeno gli Aristogatti. Una tastiera, una chitarra, un contrabbasso, una batteria e un telo: tanto basta per trascinare il pubblico nel vortice dei Gatti Mézzi, che con l’ironia che li contraddistingue presentano e accompagnano i brani che si alternano “a rota di foho”. Dopo una prima ora di pezzi movimentati, arriva quello che Tommaso chiama “il trittico della desolazione”: tre brani soft, delicati, intimi. “Questo è il momento migliore per andare a fumare”, scherza Francesco.

Dopo questa breve parentesi si torna ai ritmi scatenati per un’altra ora, il pubblico che canta con a band e accompagna il ritmo del contrabbasso e della batteria. Ridendo e scherzando, con le loro storie in musica i Gatti Mézzi riescono ad affrescare situazioni tra le più diverse: dall’invito alle “fihe di plastica” ad uscire di casa e “smetterla coi seghini virtuali” alle problematiche del lavoro, “tanto vale vo a rubare le susine ch’almeno mangio il mio e non mi fo prender per il culo”; dalla politica, “tanto qui a Firenze vu siete tutti democristiani”, alla nostalgia, “volevo parlarti di cose più serie, di cosa rimane fra un figlio e suo padre”; dall’ambiente, “tra un po’ arriva l’estate e Marina di Pisa l’è piena di fiorentini”, ai miti della propria vita, “caro Morandi, ti giuro che stasera anche se ci credo pòo ti voglia dì ‘na preghiera”.

Gatt Mézzi - Flog Firenze

Dopo due ore di concerto, un encore e un pezzo su richiesta, la serata finisce. Chi vuole resta a ballare col DJ set o a fare due chiacchiere in compagnia, tutti gl’artri si va a casa e si conclude la giornata a modino.

Ecco: ora mi metto anche a parlare in pisano.

A cura di Daniele Mu
Foto di Giada Divulsi

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Elio e le storie tese live @ Nelson Mandela Forum (Firenze) Gli Elio e le storie tese sono una delle migliori band italiane in circolazione, e l’hanno confermato con un live completo di musica, cabaret e satira. Seguo gli Elii da ormai una decina d’anni e, per un motivo o per l’altro, non ero mai riuscito a vederli. Capirete la gioia quando, finalmente,...
Modena City Ramblers @ Firenze Avete presente la scena dei Simpsons in cui Lenin resuscita e sfonda il vetro della teca con il pugno? Ecco, questo è grosso modo quello che è successo durante il concerto dei Modena City Ramblers a Firenze. Una delle critiche che gli intellettuali rivolgono alla società contemporanea è l’allen...
Opeth + Alcest live @Alcatraz, Milano Gli Opeth e gli Alcest sono tra i più importanti nomi della musica contemporanea. Nella loro unica data italiana hanno letteralmente devastato il pubblico. Mentre scrivo ho ancora i postumi della serata di ieri: gambe distrutte, schiena a pezzi, collo e testa doloranti, gola in fiamme. E tant...
Pain of Salvation live @ Crossroads (Roma) Quando la tecnica incontra l’emozione nascono grandi cose. A due anni di distanza dall’ultimo evento, i Pain of Salvation tornano in Italia con un mini-tour indimenticabile. Nonostante non amino definirsi “progressive”, i Pain of Salvation sono sicuramente una delle band più affermate nello sce...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio