Lykke Li: I Follow Rivers

Condividi con i tuoi amici su:

I Follow Rivers, tratto dall’album Wounded Rhymes, Lylkke Li, 2011

Lykke Li_ I follow rivers_Youth Novels_Plindo

A soli 22 anni la svedese Lykke Li è una delle più giovani promesse dell’indie pop mondiale. Comincia a diventare sempre più popolare tra gli appassionati di musica indipendente grazie alle sue partecipazioni al Coachella Valley Music and Arts Festival, nell’aprile 2009 e al Lollapalooza, nell’agosto dello stesso anno, nell’ambito del tour promozionale per l’album “Youth Novels”.

E’ il 2007 quando Lykke Li per la prima volta entra in studio a registrare “Little Bit”, un EP che la aiuterà a riscuotere i primi successi in patria e a raggiungere le orecchie di Björn Yttling, dei Peter, Bjorn And John, e Lasse Mårtén. Conquistati dal sensuale mix di elettronica e pop proposto dalla ragazza, i due decidono di farle da produttori.

Con loro Lykke ritorna a New York, si chiude in studio e registra le quattordici tracce di “Youth Novels”. Il disco esce nel gennaio 2008 in Scandinavia per poi essere ristampato in giugno in America e nel resto d’Europa.

“Youth Novels” è come un libro tascabile consumato per l’uso che si apre, più volte, sulle stesse pagine: sono storie su Lykke Li e la sua vita straordinaria, raccontate con insolita onestà. Nonostante la giovane età, infatti, la svedese Lykke Li ha già tanto e diversamente vissuto: Portogallo, Nepal, Marocco, India; ha ricevuto una nomination per i Grammy svedesi, ha registrato una performance live sul sedile posteriore di un taxi londinese, ha pubblicato un disco di debutto che ha scalato la classifica svedese fino ad aggrapparsi saldamente al terzo posto.

Stando alle sue stesse parole, la sua musica dovrebbe suonare come un riuscito connubio di electro, soul e ‘pop spolverato allo zucchero’. Nonostante ciò le canzoni di Lykke Li sono un concentrato di talento e originalità, beat inattesi, voci soffuse, synth saltellanti, il tutto annebbiato da un’atmosfera onirica che fanno di “Youth Novels” uno dei primi debutti svedesi a diventare oggetto di culto.

Nel 2009 scrive il brano “Possibility” appositamente per la colonna sonora del film “The Twilight Saga: New Moon”. Nel febbraio del 2011 viene pubblicato il suo secondo album, “Wounded Rhymes”, prodotto sempre da Björn Yttling e registrato interamente a Los Angeles. L’album è stato anticipato da due singoli, “Get Some” e “I Follow Rivers”.

Oh I beg you, can I follow?
Oh I ask you, why not always?
Be the ocean where unravel
Be my only, be the water and waiting

You’re my river running high,
run deep run wild

I, I follow, I follow you deep sea baby
I follow you,
I, I follow you, dark boom honey
I follow you

He’s a message, I’m the runner
He’s the rebel, I’m the daughter
waiting for you
You’re my river running high,
run deep run wild

I, I follow, I follow you deep sea baby
I follow you,
I, I follow, I follow you dark boom honey
I follow you

oh, oh…

a cura di Kuokoa

Condividi con i tuoi amici su:

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!