Marco Mengoni: L’Essenziale

Condividi con i tuoi amici su:

L’Essenziale è vincere, anche per Marco Mengoni!

MarcoMengoni_l'essenziale_Sanremo_Plindo

L’essenziale, per dirla con Marco Mengoni, non è più solo partecipare ma vincere. E’ da tempo che è così e anche se il nostro Marco sa essere così modesto e umile da risultare davvero credibile, siamo sicuri sia certamente più contento dall’alt del podio. D’altronde nemmeno noi saremmo qui a scrivere di lui e come hanno sottolineato i Modà non compensa affatto la soddisfazione del podio.

Non ci si accontenta e anche il Festival ormai sembra averlo capito, tanto che in questo almeno si è adeguato così bene da non riservare più nemmeno una citazione ai secondi e terzi classificati, ai quali è rimasta, per il momento solo la sommessa impressione sui nostri schermi a menzionare le rispettive percentuali di gradimento.

Marco Mengoni mi è sempre piaciuto, peccato per le pochissime canzoni di spicco e la mancanza di una vera e propria band propria. Ce lo vedevo come portavoce di una musica suonata dal vivo a scardinare la solita figura del cantante-solista-di-passaggio-prodotto-dei-Talent. Spererei che la sua voce così particolare unita ad una personalità alquanto interessante lo conducessero a percorrere la strada dell’indipendenza. Non a caso Lucio Dalla lo ha definito “un artista straordinario, uno dei migliori degli ultimi anni” e di lui ha dichiarato: “Ha una personalità internazionale, mi sembra quasi Prince”.

E allora che bel riscatto sarebbe per lui e per chi non ci ha perso ogni speranza che in fondo la Tv può produrre ogni tanto anche qualcosa di buono. Dopo la vittoria a Sanremo, l’essenziale è nuovamente ancora tutto da dimostrare.

Coraggio Marco per noi l’essenziale è tenere alto il profilo della musica indipendente (quella di Marta sui Tubi per intenderci, non degli Almamegretta), mi auguro che per te sia oltre la Hit del momento. Almeno le parole sembrano andare in quella direzione…

Sostengono gli eroi
“se il gioco si fa duro,
è da giocare!”
Beati loro poi
se scambiano le offese con il bene.
Succede anche a noi
di far la guerra e ambire poi alla
pace
e nel silenzio mio
annullo ogni tuo singolo dolore.
Per apprezzare quello che
non ho saputo scegliere.

Mentre il mondo cade a pezzi
io compongo nuovi spazi
e desideri che
appartengono anche a te
che da sempre sei per me
l’essenziale.

a cura di Kuokoa

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Bryn Christopher: The Quest The Quest dall'album My world di Bryn Christopher, 2008 Bryn Christopher apre i concerti di Amy Winehouse nel 2007 e May J. Blige nel 2008 ma la sua avrebbe potutto essere un'esibizione da headliner data la sua incredibile bravura. E' un fenomeno, ma uno di quelli, aihmè, che sembrano destinati...
Lykke Li: I Follow Rivers I Follow Rivers, tratto dall'album Wounded Rhymes, Lylkke Li, 2011 A soli 22 anni la svedese Lykke Li è una delle più giovani promesse dell'indie pop mondiale. Comincia a diventare sempre più popolare tra gli appassionati di musica indipendente grazie alle sue partecipazioni al Coachella Valley...
Crazy amazing Crazy amazing, By my side, Ben Harper, 2012 Ad un anno di distanza da “Give till it’s gone” (disco pubblicato per primo in Italia), è già pronto il nuovo disco di Ben Harper, “By my side”, in uscita il 16 ottobre, con un solo inedito dal titolo Crazy amazing. Non è certo per stanchezza compo...
Tormentone estate 2013? E voi avete già scelto il vostro Tormentone estate 2013? Tanti portali di musica, ma anche siti generici, si sono già ampiamente dibattuti sull'argomento, propinando, come all'arrivo di ogni estate, i loro sondaggi sull'argomento. Come sempre molti i favoriti sia per posizione in classifica ...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio