Cheesecake vegano ai lamponi

Condividi con i tuoi amici su:

26Quando il cheesecake è rivisitato in chiave veg diventa magro e sorprendentemente gustoso!

Cheescake vegano ai lamponi

Cheesecake e dieta possono andare d’accordo! Partiamo col dire, per chi non conoscesse l’agar agar, che si tratta di un gelificante di origine naturale derivato dalle alghe rosse; ma soprattutto che all’agar agar sono attribuite proprietà lassative e depurative. Esso riesce a contribuire ai processi di eliminazione delle tossine posti in atto dall’organismo.

In Giappone l’agar agar, conosciuto come kanten, viene utilizzato da secoli soprattutto per via delle proprietà dimagranti ad esso attribuite, tanto che nel Paese del Sol Levante sarebbe stata ideata una dieta a base di alimenti preparati con l’impiego di questo estratto di alga gelificante.

Perchè dunque rinunciare alla tentazione di un cheesecake fresco e salutare? Basta scegliere delle alternative al tradizionale cheesecake, come quello vegano ai lamponi!

Ingredienti:

  • 250gr di biscotti integrali vegani ai cereali
  • 120 gr di margarina bio vegana
  • 400 gr di tofu
  • 1 vasetto di yogurt di soia (125 gr)
  • 160 gr di zucchero di canna
  • agar agar in polvere
  • 1/2 limone non trattato
  • 1 baccello di vaniglia
  • 400 gr di lamponi
  • menta per decorare

Iniziate con lo sbriciolare i biscotti nel mixer, metteteli in una ciotola, unite la margarina ammorbidita a temperatura ambiente e mescolate bene. Versate il composto in uno stampo a cerniera da circa 20 cm di diametro, foderato con un foglio di carta da forno bagnato e strizzato, e compattatelo con il dorso del cucchiaio.

Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza, ricavate la polpa e mettetela in una ciotola; unite il tofu sbriciolato, lo yogurt, la scorza di limone grattugiata e 120 gr di zucchero. Unite 1 cucchiaio colmo di agar agar e mescolate, fino a ottenere un composto omogeneo.

Versatelo sulla base di biscotti livellando la superficie, coprite con un foglio di alluminio e cuocete in forno già caldo a 160° per circa 1 ora. Lasciate raffreddare la torta e mettetela in frigorifero per almeno 3 ore; meglio ancora se la preparate il giorno precedente.

Sciacquate i lamponi, tenetene da parte una decina per decorare, poi cuocete gli altri a fiamma bassa con lo zucchero rimasto, 1 cucchiaino raso di agar agar e 1 cucchiaino di succo di limone per 7-8 minuti, mescolando, finché la salsa si addenserà; lasciatela raffreddare.

Estraete la torta dallo stampo e fatela scivolare sul piatto da portata, eliminando la carta da forno, poi versate sulla superficie la composta di lamponi, livellandola con una spatola, aggiungete i frutti interi e servite, profumando con foglioline di menta.

Anche le origini del cheesecake lo voglio un dolce indicato per chi ha “cura del proprio benessere”! Si dice, infatti, che la prima traccia di cheesecake di cui si abbia notizia si ha nel 776 a.C. nell’isola di Delos, in Grecia, come dolce servito agli atleti nei primi giochi olimpici della storia.

Ci siete riusciti?

Preparate la ricetta e pubblicate le foto delle vostre creazioni qui sotto nei commenti!

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Carbonara di zucchine: quando il vegetariano reinventa la tr... Con l'arrivo della bella stagione, in sintonia con la voglia generale di rimettersi in forma, servono delle alternative alimentari sane ma allo stesso tempo energetiche, come un piatto di pasta. Così cresce anche la voglia di sperimentare, magari reinventando i classici, introducendo ingredient...
Il ritorno dei Peanuts, anche in cucina È tornata in edicola una versione completamente rinnovata delle avventure di Charlie Brown, Linus, lucy e Snoopy: un'occasione imperdibile per ritrovare la saggezza e l'ironia dei Peanuts anche in cucina! C'è Charlie Brown, lo scolaretto sempre dedito a far felice il suo cane e c'è Linus, il su...
È di moda la Quinoa Detta dagli Inca anche "la madre di tutti i semi“, la quinoa ha acquisito negli ultimi anni una popolarità per certi aspetti imprevista, tanto da diffondersi in maniera massiccia e imporsi sulla tavola degli italiani. La quinoa è un "falso cereale" perché è spesso ritenuto tale mentre appartien...
Tortino con semi di lino Basta consumare i semi di lino in modo regolare per trarne molteplici benefici quali ridurre il colesterolo, prevenire la stitichezza e aiutare la dieta! Assumere regolarmente i semi di lino è di aiuto contro la stitichezza e la cistite – grazie all’azione emolliente a beneficio dell’intestino ...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio