Sushi, per quelli che negli anni ’80…

Condividi con i tuoi amici su:

Quando si parla di sushi, ma soprattutto si frequentano ristoranti giapponesi, ci si dimentica spesso di ordinare uno dei piatti base, che hanno fatto parte dell’infanzia di molti di noi…

ricetta-sushi-plindo

Solitamente gli onigiri, detti anche polpette di sushi, sono triangolari, ma qualche volta vengono “disegnati” anche tondi. Da umile pasto d’emergenza, per non sprecare un eccesso di riso preparato per un’altra ricetta o per la praticità di confezionare un “piatto unico” da asporto, l’Onigiri è diffuso, con alcune varianti, in tutto il Giappone ed assume secondo le situazioni il rango di snack o di vero e proprio pasto.

Ecco perchè non è possibile individuare un cartone animato giapponese in particolare per ricordarveli, poiché li abbiamo visti praticamente in tutti (da Kiss me Licia a Doraemon, Mila e Shiro, etc.) !

Se non siete pratichi di sushi, l’onigiri è una facile e divertente ricetta per una cena “memorabile” fra amici, da accompagnare a piatti a base di pesce e verdure.

Ingredienti:

  • 300 gr di riso a chicchi tondi per sushi;
  • 2 cucchiai di aceto di riso;
  • 2 cucchiaini di zucchero;
  • 2 pizzichi di sale;
  • 100 gr di tofu aromatizzato;
  • 1 carota;
  • 1 avocado;
  • 1 foglio di alga nori;
  • semi di sesamo neri tostati;
  • semi di sesamo dorati tostati;
  • aceto di riso;
  • sale.

Sciacquate bene il riso e mettetelo in una pentola con 5-6 dl di acqua. Coprite, portate lentamente a ebollizione e cuocete per 10 minuti senza mai aprire.
Mescolate, rimettete il coperchio e fate riposare per una decina di minuti, finchè si sarà asciugato. Intanto, scaldate in un pentolino l’aceto, lo zucchero e il sale, mescolando finchè si saranno sciolti; lasciate raffreddare.

Stendete il riso per sushi su un piano di lavoro di legno inumidito, allargatelo con un cucchiaio di legno bagnato, poi irrorate con lo sciroppo. Coprite con un telo umido e lasciate raffreddare.

Tagliate, intanto, a dadini il tofu; pulite l’avocado e riducetelo a cubetti piccoli; pulite la carota, tagliatela a cubetti e scottateli per 3 minuti in acqua salata e aceto.

Dividete il composto in 3 parti e aggiungete a una il sesamo nero. Prelevate con le mani bagnate in acqua e aceto 1 porzione di riso per sushi (1 cucchiaio colmo), mettete al centro un pò di tofu e verdure, stringete delicatamente per compattare e dategli una forma triangolare di 4-5 cm di altezza e 3-4 cm di spessore, poi decorateli con una strisciolina di alga disposta sulla base e sui lati; ripetete con una seconda parte di riso bianco, decorando i triangoli con una striscia di alga disposta tutto intorno.

Con il riso per sushi rimasto, formate tanti cubotti, farciteli al centro, chiudeteli, poi passateli nei semi di sesamo dorati. Conservate al fresco fino al momento di servire.

Ci siete riusciti?

Preparate la ricetta e pubblicate le foto delle vostre creazioni qui sotto nei commenti!

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

San Valentino: code di Gamberi con salsa rosa allo spumante Chi ha detto che San Valentino debba essere festeggiata rigorosamente in due? A casa di Florence è un momento di tenerezza per tutta la famiglia. Con entusiasmo abbiamo raccolto l'invito di Florence che, nei pressi di Bourdeaux in Francia, che ha immaginato un San Valentino in famiglia. Una bel...
In forma in cucina? Si può!  In forma in cucina, degustando ricette originali e dalle forme creative. Inizia scegliendo gli ingredienti che aiutano il tuo metabolismo! Con le ricette giuste, è possibile divertirsi in cucina e a tavola, e rimanere in forma! Pensare troppo alla linea, finisce con lo stressare il corpo e la m...
Barbecue che stranezza! Il barbecue ha una storia originale e ad oggi continua a evolversi con ricette leggere e ingredienti insoliti, senza togliere niente a quell'irresistibile sapore affumicato... L'origine del termine Barbecue si ricollega ai primi esploratori spagnoli che giunsero nei Caraibi, dove scoprirono che...
Spaghetti con pesto di finocchi e mandorle Gli spaghetti con pesto di finocchio e mandorle sono l’ideale quando avete una voglia irrefrenabile di carboidrati ma non un occhio alle calorie. A casa di Nadine, a 30 km da Parigi, si respira il talento e l'originalità di una creativa a tutto tondo. Appassionata di fai da te e pittrice, Nadin...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio