Tortino con semi di lino

Condividi con i tuoi amici su:

Basta consumare i semi di lino in modo regolare per trarne molteplici benefici quali ridurre il colesterolo, prevenire la stitichezza e aiutare la dieta!

Tortino di quinoa con crema di spianaci, fave e semi di lino

Assumere regolarmente i semi di lino è di aiuto contro la stitichezza e la cistite – grazie all’azione emolliente a beneficio dell’intestino e dell’apparato urinario – e fornisce proteine, vitamine del gruppo B e sali minerali come il fosforo, il magnesio, il rame ed il manganese. I semi di lino sono anche ricchi di elementi nutritivi in grado di proteggere l’organismo, prevenendo malattie a carico dell’apparato circolatorio.

Come se non fosse già abbastanza, i semi di lino riducono anche il rischio di soffrire di cancro al colon, al seno, alla prostata e ai polmoni.

Oltre a servirvene per ricette gustose e originali, consumate due cucchiai di semi di lino una volta al giorno. Subito dopo dovrà essere bevuto un bicchiere di acqua tiepida o a temperatura ambiente, in modo che nell’intestino i semi di lino possano formare delle mucillagini dall’effetto coadiuvante per il transito intestinale ed emolliente per le pareti intestinali.

Ingredienti:

  • 180 gr di quinoa
  • 200 gr di fave sgranate
  • 400 gr di spinaci puliti
  • 1 scalogno piccolo
  • latte d’avena o di soia
  • 1 ciuffo di menta
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe
  • semi di lino
  • misticanza
  • germogli di barbabietola

Sciacquate bene la quinoa e lessatela in abbondante acqua salta secondo il tempo indicato sulla confezione.

Spellate lo scalogno e tritatelo; mettetelo in un’ampia padella antiaderente con 2 cucchiai d’olio, poi fatelo appassire a fiamma bassa con 2 cucchiai di acqua e 1 pizzico di sale per 2-3 minuti; aggiungete gli spinaci, fate insaporire, scoprite e proseguite la cottura a fiamma vivace per circa 7-8 minuti, mescolando di tanto in tanto finchè il fondo si asciugherà; fate intiepidire poi passateli al mixer con 4-5 cucchiai di latte, fino a ottenere una crema, poi versatene metà nella padella.

Intanto, scottate le fave per 5-6 minuti in abbondante acqua bollente salata, sgocciolatele e trasferitele subito sotto acqua fredda corrente, poi eliminate le pellicine, passandole fra pollice e indice. Rosolate lo spicchio d’aglio in un padellino con 1 cucchiaio d’olio finchè sarà dorato, eliminatelo, unite le fave e fatele insaporire per 2 minuti, poi regolate di sale e pepe e unite la menta spezzettata.

Tostate in un padellino antiaderente i semi di lino, mescolando per 3-4 minuti. Scolate la quinoa e fatela insaporire nella padella con la crema di spinaci, mescolando per 2-3 minuti; regolate di sale e pepe.

Disponete un coppapasta inumidito di circa 10 cm di diametro al centro di un piatto, versatevi 1\4 di quinoa calda, compattate con il dorso di un cucchiaio e sfilate; stendete tutt’intorno uno strato di crema di spinaci, poi completate con 1\4 delle fave, qualche foglia di misticanza, i germogli e i semi di lino. Ripetete per gli altri 3 piatti e servite.

Ci siete riusciti?

Preparate la ricetta e pubblicate le foto delle vostre creazioni qui sotto nei commenti!

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Una Festa di Compleanno galattica! Star Wars, lo sappiamo, non ha età! Quale miglior tema allora per la vostra prossima Festa di Compleanno? Fra le tante idee originali per una Festa di Compleanno a tema, c'è anche quella di ricreare un menù dedicato al vostro film preferito o preparare un dolce con gli amici! Fra torte con le s...
Non è la solita pasta al tonno! La Pasta al tonno è un pasto completo e leggero in estate o una soluzione economica per una cena fra amici ma serve una ricetta originale... L'abbinamento pasta e tonno è non solo sfizioso ma nutriente e salutare. Di solito basta poco tempo e gli ingredienti possono ridursi anche solo ai due pr...
Lavanda e gelato: coppia dell’estate! La lavanda, oltre a profumare la vostra estate, vi porterà tanti effetti benefici per la salute e l'umore. Per non parlare di quel suo gusto travolgente... Il nome della lavanda deriva dal suo utilizzo per detergere il corpo fin dai tempi degli antichi romani ma è durante il periodo Elisabettia...
BALDINO: un dolce casentinese dal sapore di castagna Con il freddo invernale abbiamo bisogno di piatti caldi e invitanti e allora cosa c'è di meglio di una buonissima fetta di BALDINO, un dolce casentinese al sapore di castagna Oggi vi proponiamo una ricetta tipica del territorio casentinese, si tratta della ricetta del BALDINO O CASTAGNACCIO,...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio