Perchè Madonna fa rima con indipendente

Condividi con i tuoi amici su:

Perchè vi parliamo del furto di Rebel Heart di Madonna – Part 2

perchè Madonna fa rima con indipendente

Nel tentativo di riprendere il discorso su Madonna dopo il secondo furto di brani tratti dal suo ultimo album, Rebel Heart, mi sono accorta che poco veramente mi importava di come avrebbe reagito ancora.

Perchè il tutto era già bastato a riaccendere in me l’interesse e l’affetto per un modello artistico ormai inscalfibile e insuperabile nel mio repertorio emozionale e formativo. Anni e anni di ascolto e ispirazione non potranno mai essere spiazzati da nessuna azione o non-azione, per quanto criticabile, della mia beniamina. Proprio in questi giorni, quando mi sarei aspettata una qualche controffensiva da parte sua, continua a sorprendermi con i suoi ultimi post, all’insegna di speranza e romanticismo (#livingforlove)… e mi basta.

E poi sapete perchè mi interessa tanto difenderla e continuare a parlarne proprio qui, in un portale che tratta di musica indipendente di qualità?

ATTENZIONE perchè è vero che Plindo punta a modelli artistici ben diversi ma quello per cui ci battiamo è far crescere la consapevolezza che alla musica servano più professionalità, dedizione e un piano di marketing su misura. Indipendenti sì ma proiettati oltre la mediocrità e in questo ritengo Madonna una vera pioniera.

Scrive di lei la giornalista Julie Burchill del Mail:

Se Madonna fosse stata più bella o dotata, probabilmente ci saremmo già dimenticati di lei.

E prosegue che è stata proprio la sua consapevolezza di certe mancanze a farle capire che solo disciplina e determinazione l’avrebbero condotta dove voleva. La prima Madonna si è fatta percorritrice di un femminismo nuovo, seducente, auto-ironico e acuto allo stesso tempo.

Il successivo duro lavoro sul suo fisico, la crescita artistica e umana (dall’interpretazione di Evita alla regia del film W.e. fino alle innumerevoli iniziative benefiche in Malawi) hanno fatto della pop star la prova vivente che è possibile superare i propri limiti e imperfezioni.

Oltre l’apparenza controversa e provocatoria, i suoi messaggi sono sempre positivi e incoraggianti. Per questo a chi si ostina ad un’aspra e vana critica, non posso che rispondere con le sue stesse parole, tratte dal bellissimo brano Waiting (dall’album Erotica 1992), che vi invito a ri-scoprire:

What do I remind you of? Your past, your dreams, or some part of yourself that you just can’t love.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Le cose che hanno in comune Esistono delle attrattive che possono essere ammirate solo da lontano. Le cose che mi piacciono si collegano fra loro in maniera visibile e tangibile: ogni volta che penso “mi piace” si illumina la ragnatela delle parole chiave, e viene fuori che le cose che mi piacciono si piacciono fra loro, ...
Il video in timelapse di CityLife Milano: 9 anni in 3 minuti Tre Torri e CityLife: il nuovo quartiere ha cambiato ritmi e abitudini di questa parte della città di Milano. CityLife è uno dei quartieri di Milano al centro della rinascita della città, ancora tutto da scoprire. Dal 2007 è qui che è in corso un grande progetto di riqualificazione, uno dei più...
Millelemmi, mille storie rap di Firenze Il lampredotto è un’arte, e ha il suo profeta: è Millelemmi, il rapper che ha messo in metrica la poesia del prodotto più amato dai veri fiorentini, “nait en dei”. Un rap “made in Firenze” che sta spopolando le classifiche, una “cortellaha” che lascia il segno. « Il mio è rap in italiano fatto...
Opere d’arte rubate: ritrovato il “Bambino Malat... Il “Bambino malato” di Medardo Rosso è stato ritrovato tre giorni dopo in un armadietto della stessa GNAM Guardare il telegiornale e apprendere che sotto il naso di vigilanti e telecamere è stata rubata un’opera d’arte, per gli studiosi del settore è sempre un colpo al cuore. Trafugare material...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio