Jarvis: l’intelligenza artificiale di casa Zuckerberg

Condividi con i tuoi amici su:

Facebook crea Jarvis, l’assistente personale per la casa: non è una novità per Facebook, ma la sfida personale di Zuckerberg del 2016.

Jarvis: l’intelligenza artificiale di casa Zuckerberg

Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha finalmente completato la sua Intelligenza Artificiale chiamata Jarvis (acronimo di Just A Rather Very Intelligent System) il maggiordomo ispirato all’omonima serie di Iron Man.

Il sistema è stato integrato nell’impianto domotico della casa di Zuckerberg, consentendogli di gestire luci, temperatura, elettrodomestici, musica e tanto altro. Jarvis entrerà a far parte della tecnologia Smart Home e semplificherà e migliorerà la nostra esperienza quotidiana fra le mura domestiche.

Se il primo periodo di test è trascorso insegnando a Jarvis come fare qualcosa, adesso Zuckerberg vuole capire come insegnare al sistema ad apprendere da solo.

Ma ci sono anche dei problemi. Zuckerberg ha fatto sapere che Jarvis è stato programmato in Python, PHP e Objective C. Il problema è tenere insieme tutti i seguenti linguaggi, infatti, si aspettavano dei risultati già per settembre, ma a quanto sembra bisognerà attendere ancora.

Se i propositi sembrano buoni, la realtà effettiva è che quanto sviluppato fin ora risulta inferiore a sistemi come Amazon Echo e Google Home, infatti sembra che Jarvis riesca ad adempiere in maniera ottimale ad un minor numero di funzioni rispetto agli altri due sistemi.

Jarvis ha la voce di Morgan Freeman, ma come Zuckerberg ha spiegato, la versione di Jarvis mostrata nel video è purtroppo finta, fatta per gioco. Nel video c’è anche spazio per prendere in giro i Nickelback. Zuckerberg chiede a Jarvis di suonare qualche bella canzone dei Nickelback e il sistema risponde:

“Ho paura di non poterlo fare, non ci sono belle canzoni dei Nickelback“, “Ottimo – risponde Zuckerberg – era soltanto un test”.

Condividi con i tuoi amici su:

Articoli interessanti

Cosa è un troll su internet? Riconoscere e capire un troll è importante per potersi difendere o riuscire ad evitare di cadere nella sua provocazione. Ai giorni nostri, su internet, c'è un pericolo in agguato che può colpire qualsiasi navigatore, anche il più esperto. Stiamo parlando dei troll. Un troll, nel gergo di intern...
Il caso Facebook-Cambridge Analytica: cosa diavolo sta accad... Facebook ha annunciato di aver sospeso la società Cambridge Analytica poiché ritenuta colpevole di aver violato le norme del social network relative alla raccolta e detenzione di informazioni degli utenti. Che Facebook raccolga i dati degli utenti è un segreto di pulcinella. Solo chi è in buona...
Produrre in Italia usando le fabbriche Mivar gratis È così che Carlo Vichi, patron dello storico marchio di TV italiani Mivar, offre il suo polo produttivo al numero uno asiatico: Samsung, produci in Italia! L’arrivo degli LCD, la spinta sul design, sulle nuove tecnologie e il progresso del settore hanno portato in poco tempo la Mivar, storico m...
Google Assistant arriva in Italia: cos’è e come averlo Google Now va in pensione e lascia il posto a Google Assistant. Riuscirà l’assistente di Google a vincere la sfida con Siri? I più attenti se ne saranno già accorti: qualcosa, nel proprio smartphone Android, è cambiato. A partire dal 15 novembre 2017, infatti, Google Assistant è disponibile anc...

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL NETWORK.

È sufficiente un solo click!!

NEWSLETTER

 

Ricevi nella tua casella di posta elettronica i contenuti più interessanti!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!

* Questo campo è obbligatorio