Categorie
Moda

Upcycling, come funziona il riciclo creativo di abiti e accessori

In un mondo che continua a sfornare capi usa e getta ad una velocità vertiginosa, l’idea dell’upcycling può essere un’anomalia.

Upcycling, come funziona il riciclo creativo di abiti e accessori
Patagonia gestisce anche un proprio programma di riciclaggio: gli abiti danneggiati, non più adatti ad essere indossati, vengono “smontati” ed i loro tessuti vengono riutilizzati per la creazione di altri capi di abbigliamento.

Come funziona l’upcycling, ovvero il riutilizzo creativo di abiti e accessori, per creare un prodotto di maggiore qualità? Si tratta di una tendenza in continua crescita e una delle azioni più sostenibili da attuare nel campo nella moda. Poiché l’upcycling fa uso di pezzi già esistenti, spesso utilizza poche risorse per la sua creazione, riducendo il flusso di rifiuti.

Upcycling, ecco come funziona

Questa pratica rappresenta una varietà di processi, che modificano i prodotti ormai vecchi e gli donano una seconda vita. Grazie al mix di materiali, componenti e articoli usati, il risultato finale è un prodotto nuovo con un valore maggiore di quello originario, dovuto alla somma di tutti i suoi componenti. In altri casi, l’upcycling riguarda materiali o oggetti riadattati o riutilizzati in modo creativo e la cui durata di vita è, quindi, estesa.

Upcycling nella moda

Patagonia

Il processo di produzione dell’industria tessile è complesso e richiede enormi quantità di energia, acqua, anidride carbonica e sostanze chimiche. È molto inquinante per l’ambiente e la sua filiera spesso non è etica. Pertanto, l’upcycling si presenta come un’interessante soluzione che inizia ad essere sviluppata non solo dai piccoli artigiani, ma anche da aziende come Patagonia. Il marchio ha anche un proprio programma di riciclaggio. Gli abiti Patagonia danneggiati, non più adatti ad essere indossati, vengono “smontati” ed i loro tessuti vengono riutilizzati per la creazione di altri capi di abbigliamento o ovunque li porti la creatività del designer.

Antiform

Upcycling, come funziona il riciclo creativo di abiti e accessori

Antiform è un brand inglese con sede a Bristol. Il marchio mescola materiali di recupero con l’artigianato tradizionale. Ideato nel 2007 dalla fondatrice Lizzie Harrison, si utilizza, ove possibile, l’esperienza dell’artigianato locale, dai materiali alla lavorazione. Antiform si concentra principalmente sull’abbigliamento, che include t-shirt e vestiti con paillettes e glitter, che possono essere indossati durante tutto l’anno.

Condividi con i tuoi amici su: