Categorie
Artigianato

Artigianato artistico tradizionale Toscana: ARTEX sviluppa e promuove.

Dal 1987 protegge e promuove tradizione e innovazione dell’artigianato toscano.

Artigianato artistico tradizionale Toscana: ARTEX sviluppa e promuove.
Le ceramiche di Montelupo, uno dei tanti prodotti di artigianato che la Toscana offre al mondo.

L’artigianato artistico tradizionale della Toscana è così ricco di ambiti che nel 1987 Confartigianato e CNA hanno pensato di avviare un centro specifico che tutelasse, promuovesse e innovasse la produzione artistica e tradizionale della regione.

Artigianato artistico tradizionale Toscana: La terra degli artigiani.

Abilità dell’uomo e la presenza sul territorio di materiale come oro e marmo fanno della Toscana una regione di artigiani. Dai metalli preziosi al ferro battuto, dalla lavorazione del vetro e delle ceramiche a quella di pietre, lana, tessuti, così come legno e pelle, l’artigianato toscano è un vero e proprio patrimonio.

Dalla più antica tradizione artigiana delle ceramiche e maioliche di Montelupo, risalente al Medioevo, alle botteghe dei giorni nostri quello che accomuna la produzione dell’artigianato artistico tradizionale della Toscana è l’alta qualità.

La top 8 dell’artigianato artistico tradizionale della Toscana.

Sicuramente la Toscana è famosa per gli abili artigiani che estraggono il marmo di Carrara, celebre per via di artisti come Michelangelo. Ma non da meno sono le terracotte dell’Impruneta. La lavorazione di queste “argille” risale al Medioevo come molte altre tradizioni artigianali toscane.

L’arte vetraria della Valdelsa, dai fiaschi di vino al vetro artistico soffiato; l’alabastro di Volterra con le sue origini etrusche vecchie di 2500 anni, la lavorazione della pietra serena, una arenaria utilizzata in architettura da Filippo Brunelleschi, sono solo alcuni esempi di questo patrimonio.

Artigianato artistico tradizionale Toscana: ARTEX sviluppa e promuove.

Da non dimenticare anche il ferro battuto Casentino, un’arte così antica da aver dato vita alla Biennale Nazionale d’Arte Fabbrile, così come i sigari della Valtiberina, la ceramiche sestese, il panno casentino (indossato da personaggi come Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini), le cornici lignee e i cristalli della Val d’Elsa.

ARTEX: un centro per la tutela e lo sviluppo del patrimonio artigianale toscano.

A preservare tale patrimonio troviamo il centro per l’artigianato artistico e tradizionale della toscana ARTEX. Nato su iniziativa di Confartigianato e CNA coordina tutto quello che riguarda la tutela, lo sviluppo, l’innovazione e la promozione di tale settore.

Tanti i progetti lanciati dal centro ogni anno. Un esempio è quello dell’officina creativa ARTEX dove ogni anno si formano nuovi artigiani e designer. ARTEX è anche tra i fondatori della Carta internazionale dell’artigianato nata per definire le linee d’azione strategiche per valorizzare il settore.

Non è dunque difficile capire quanto sia importante l’artigianato artistico locale. Rappresenta più dell’identità di una regione: ne è l’anima.

Condividi con i tuoi amici su: