Categorie
Moda

Moda green: indossa il collant che nasce dal riciclo delle bottiglie

Indossare un collant nato dal riciclo delle bottiglie in plastica adesso è possibile, grazie ad un progetto 100% made in Italy.

Moda green: indossa il collant che nasce dal riciclo delle bottiglie
Questo simbolo di femminilità ha attraversato decenni e tendenze: ora fa anche bene all’ambiente.

Se il futuro è donna, anche quello della sostenibilità non può che guardare verso questa direzione, con il primo collant nato dal riciclo delle bottiglie. Questo simbolo di femminilità ha attraversato decenni e tendenze: ora fa anche bene all’ambiente.

Non tutti sanno che, a metà degli anni ’80, l’Italia è stata il primo produttore mondiale di calze da donna. Sono italiane anche le due realtà che hanno che hanno deciso di creare un prodotto performante, elegante, ma anche ecosostenibile.

Oroblù save the oceans

Oroblù save the oceans

Realizzare un collant bello alla vista, ma anche green. Questa è la sfida che ha portato RadiciGroup – realtà italiana nata a Bergamo leader nella produzione di poliammidi, fibre sintetiche e tecnopolimeri destinati ad applicazioni in diversi ambiti, principalmente nel settore tessile/moda – e Oroblù – marchio di calze di alta gamma di proprietà di CSP International, gruppo che opera nel settore della produzione e distribuzione delle calze, di intimo maschile e femminile e costumi da bagno situato nella zona di Mantova – a collaborare per realizzare il primo capo creato con filati ottenuti dal riciclo del PET delle bottiglie.

È in quest’ottica che è nato Oroblù Save the Oceans, il collant nero da 50 denari composto da Repetable, nuovo filato di poliestere. Questo è ottenuto mediante un processo di riciclo delle bottiglie di plastica, che consente di abbattere le emissioni di CO2 e ridurre i consumi di acqua ed energia.

Oltre a non consumare nuova materia prima vergine, Repetable viene anche tinto in massa, consentendo un ulteriore risparmio di acqua ed energia elettrica impiegate durante la lavorazione.

Un prodotto tessile di qualità, alla moda e sostenibile

collant sostenibili

Grazie a questa collaborazione tra le due aziende familiari, fortemente radicate sul territorio, ma con una dimensione internazionale, nasce una filiera di produzione italiana totalmente trasparente, trattabile e a km zero, compresa nell’area tra Bergamo e Mantova.

I collant Oroblù Save the Oceans arriveranno sul mercato e saranno acquistabili a partire da Agosto 2021. Mirano a soddisfare le esigenze anche delle consumatrici più attente e sensibili a queste tematiche.  

Condividi con i tuoi amici su: