Categorie
Arte

Parc Güell, il giardino incantato di Gaudì da vedere assolutamente

Alla scoperta del Park Güell, il meraviglioso parco progettato da Antoni Gaudí.

Parc Güell, il giardino incantato di Gaudì da vedere assolutamente
Parc Güell è una delle attrazioni più visitate di Barcellona e uno dei parchi più belli al mondo.

Il Parc Güell è uno dei parchi pubblici più belli e visitati di Barcellona, nonché una delle opere di Gaudì più apprezzate della città.

Costruito tra il 1900 e 1914 per conto di Eusebi Güell, è composto da una serie di giardini ed elementi architettonici e si trova sulla collina del Carmel, poco fuori dal centro cittadino nel quartiere La Salut.

Il nome deriva dall’influenza e dalla richiesta di ricreare i parchi residenziali britannici, che tanto avevano particolarmente entusiasmato Güell.

La sua realizzazione appartiene al periodo naturalistico di Gaudí, durante il quale perfezionò il suo stile traendo ispirazione dalla natura. Una delle sue opere principali, Casa Batlló, spicca come esempio di questo periodo.

Parc Güell, un luogo da vedere assolutamente

Questo parco è uno dei simboli per eccellenza di Barcellona ed offre spazi gratuiti da poter visitare, in particolare gli esterni della zona, nei quali è possibile godersi l’architettura gaudiniana.

Da qui le vedute sono davvero uniche e spettacolari. Anche per questo è diventato un Park mondiale dopo essere stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1984.

Plaza de la Naturaleza

Plaza de la Naturaleza

Luogo più visitato del parco e terrazza principale, Plaza de la Naturaleza è circondata da una lunga panchina dalla forma di un serpente marino. Dalla qui si può ammirare una vista della città davvero unica, con la Sagrada Familia, la Torre Agbar e la zona di Montjuic.

La scalinata del dragone

La scalinata del dragone

Dall’ingresso del parco parte una doppia scalinata organizzata in tre parti, attraverso le quali scorre acqua proveniente da una cisterna ubicata sotto l’adiacente Sala Hipostila. A metà della scalinata si trova lo scudo della Catalogna e più in alto c’è il dragone, o la salamandra, ricoperto da mosaici, che negli anni è diventato l’immagine più popolare del parco.

La sala Hipostila

La sala Hipostila

La grande scalinata del dragone conduce alla Sala Hipostila, formata da 86 colonne che si ispirano all’ordine dorico.

Quelle più esterne si inclinano in un movimento ondulante e contrario ad ogni regola di composizione classica, per rafforzare la percezione della loro funzione strutturale. All’interno della sala si crea uno spazio che simula tre navate, come l’interno di una grande chiesa.

Condividi con i tuoi amici su: