Categorie
Artigianato

VAIA, un oggetto di design per ricostruire le foreste delle Dolomiti

Un oggetto di design che favorisce l’economia circolare e la sostenibilità: ti presentiamo VAIA.

VAIA oggetto di design per ricostruire le foreste delle Dolomiti
La startup VAIA nasce dall’idea di Federico, Paolo e Giuseppe, tre giovani imprenditori che hanno voluto ridare vita agli alberi abbattuti dalla tempesta VAIA.

VAIA non è solo un oggetto di design unico, ma rappresenta un punto d’incontro tra sostenibilità economica e ambientale.

L’ambiente è l’elemento che accompagna il team VAIA in ogni azione e l’economia è solo circolare, perché gli sprechi vengono sempre trasformati in valore.

L’obiettivo del brand è infatti quello di valorizzare le materie prime provenienti da tutti quei luoghi colpiti da calamità naturali. Il termine produrre acquista così un nuovo significato: non più depauperare, bensì ripristinare le risorse naturali di un ecosistema.

La nascita di VAIA

La nascita di VAIA

Nell’ottobre 2018, la tempesta nota come Vaia ha messo in ginocchio e devastato le foreste delle Dolomiti, sconvolgendone la conformazione del territorio, la sua flora e la fauna. Dal 2019, anno della sua fondazione, fino ad oggi, VAIA è diventato tanto altro. Un oggetto di design, un progetto di economia circolare e un’idea imprenditoriale riconosciuta da Forbes e inserita nella lista dei 100 giovani leader del futuro in Italia.  

VAIA Cube

VAIA Cube

La sostenibilità richiede un cambiamento di visione del mondo e di soluzioni pragmatiche alle sfide che ci si pongono davanti, in ogni ambito della nostra vita.

Così, dall’idea di Federico di svegliare la coscienza collettiva, grazie anche al supporto di Paolo e Giuseppe, nasce VAIA Cube.

Si tratta di un amplificatore naturale di suoni per smartphone, realizzato recuperando il legno degli alberi abbattuti e ridandogli nuova dignità con il lavoro di abili artigiani del territorio locale. Inoltre, per ogni amplificatore venduto, viene piantato un albero per ricostruire le foreste delle Dolomiti.

In questo modo si crea un impatto positivo per il territorio e le comunità, attraverso un modello di business sostenibile e “rigenerativo”.

Il legname schiantato dalla tempesta è quindi diventato una materia prima fondamentale per portare avanti questo lodevole progetto. Un materiale altrimenti destinato ad alimentare il prezzo al ribasso: per questo i tronchi abbattuti non saranno lasciati ad alimentare i parassiti, ma si trasformeranno in oggetti di design sostenibile.

VAIA Focus

Dopo il successo di VAIA Cube, la storia del marchio si evolve ancora oggi, approdando al concetto di “visione” amplificata da VAIA Focus, oggetto disegnato per i tutti i momenti della quotidianità.

Anche questo nasce dal legno rigenerato delle Dolomiti e funziona come un amplificatore visivo per smartphone. Ingrandisce naturalmente lo schermo senza l’ausilio di nessun supporto digitale. Il segreto è la lente Fresnel, una tecnologia totalmente analogica, antica di 200 anni.

L’obiettivo di questo nuovo progetto è quello di salvaguardare i ghiacciai alpini, elemento fondamentale dell’ecosistema montagna ed in grave pericolo a causa dei cambiamenti climatici.

Condividi con i tuoi amici su: