Categorie
Lifestyle

Beauty routine dal passato: tante affascinanti curiosità da copiare

Tempo di lettura: 2 minuti

Scopri alcune curiosità che nel passato facevano parte della beauty routine dei personaggi storici.

Beauty routine dal passato: tante affascinanti curiosità da copiare
Scopri spunti e idee dal passato da cui trarre ispirazione per la tua beauty routine.

Da Cleopatra a Maria Antonietta, ecco alcune curiosità sulla beauty routine del passato, da copiare anche oggi. Prima e dopo di loro, re, nobili e regine hanno dimostrato una profonda passione per l’arte della bellezza.

Routine di bellezza del passato

I segreti della regina Cleopatra

I segreti di bellezza della regina Cleopatra

La regina Cleopatra è sempre stata considerata una delle donne più belle del mondo e la notizia del suo aspetto straordinario si è diffusa da una generazione all’altra. Gli antichi egizi erano particolarmente famosi per i loro rituali di bellezza: anche 5000 anni fa Cleopatra era la regina dell’innovazione in questo campo.

Oltre i celebri bagni al latte d’asina e all’aloe vera, ha anche ideato un cocktail di oli profumati (tra cui rose, incenso, cipresso e mirra) che impiegava allo scopo di annunciare il suo arrivo.

Era solita anche solita usare una semplice miscela di acqua e aceto di mele per sciacquare il viso. Un tonico antibatterico particolarmente utile per una pulizia più profonda.

Maschera di bellezza reale

La regina Maria Antonietta ha invece creato una maschera per il viso utilizzata ancora oggi dalle donne francesi. Gli ingredienti sono: due cucchiaini di cognac, circa 70 grammi di latte in polvere, un bianco d’uovo e del succo di limone. Il cognac serve a stimolare la circolazione e restringere i pori, le uova invece riparano il tessuto cutaneo. L’acido lattico scioglie il sebo e l’acido citrico aiuta ad eliminare le cellule morte.

Bagni con champagne, rose e pasta di mandorle

Bagni con champagne, rose e pasta di mandorle

Anche la beauty routine dell’imperatrice Giuseppina Bonaparte, prima moglie di Napoleone I, è molto conosciuta. Lei amava infatti fare il bagno al mattino appena sveglia, aggiungendo un rituale a base di acqua di rose, pasta di mandorle o champagne. Lei era solita conservare nella sua toeletta anche le sue fragranze preferite: acque di mimosa, fiori d’arancio, vaniglia o muschio.

Un profumo che omaggia i giardini inglesi

Profumo-Re-Carlo

Grande appassionato di profumi, il Re Carlo III ha contribuito alla creazione di una nuova fragranza. Si tratta di Highgrove Bouquet di Penhaligon’s e rende omaggio al profumo degli Highgrove Gardens.

La fragranza, prodotta dalla Prince’s Foundation e dalla storica casa di profumi fondata nel 1870, è stata selezionata anche grazie all’aiuto del Re, che ha scelto un bouquet a base di note di lavanda, geranio, giacinto e tiglio.

Condividi con i tuoi amici su: