Categorie
Arte

Coco Chanel: icona di stile che ha rivoluzionato la moda

Tempo di lettura: 2 minuti

Icona senza tempo che rivoluzionò l’intero concetto di femminilità: scopri la storia di Coco Chanel.

Chanel non è solo una stilista, ma una vera e propria icona della moda e del costume del suo tempo.
Chanel non è solo una stilista, ma una vera e propria icona della moda e del costume del suo tempo.

Il 10 gennaio 1971, Coco Chanel, icona del mondo della moda, si spegneva a Parigi all’età di 87 anni.

Il suo contributo è stato notevole, tanto da diventare un punto di riferimento anche per le generazioni future, che continuano ad essere influenzate dalla sua concezione di stile ed eleganza.

L’impero di Chanel oggi abbraccia diversi rami del fashion, come l’abbigliamento, i gioielli, gli orologi, i profumi e il settore beauty.

Gli Esordi durante la Belle Époque

Nata il 19 agosto 1883, Gabrielle Bonheur Chanel rimane presto orfana e trascorre sette anni in convento: un periodo che inciderà parecchio anche sulle sue creazioni future. In particolare, l’amore per il bianco e nero e per lo stile barocco, per l’oro e le gemme colorate.

Nel 1908 inizia a realizzare cappelli in paglia e nastri in raso, una vera novità in confronto ai copricapi ingombranti e sontuosi in voga in quegli anni, e apre i suoi primi negozi a Parigi, Deauville e Biarritz. Ben presto affianca ai cappelli anche maglieria, gonne e vestiti.

Creatrice di moda e non semplice sarta, Chanel non si riconosce nello stile della Belle Époque. Spesso vestita da uomo e ispirata dall’abbigliamento maschile, preferisce assecondare il corpo femminile, realizzando modelli sportivi, lunghe gonne dritte, cardigan e bluse dalle linee semplici, con morbide cinture in vita.

Tweed Chanel, un’icona che diventa stile di vita

Tweed Chanel, icona che diventa stile di vita

Coco Chanel consacrò anche il tweed, tessuto robusto di lana cardata, quando decise di utilizzarlo nel 1920, rivoluzionando completamente i canoni stilistici dell’epoca.

Questa stoffa né nobile, né pregiata, diventa quindi la rappresentazione della modernità e della praticità, elevandosi a tessuto d’alta moda. Nel 1927 Vogue America glorificò il suo lavoro, definendo il tweed come il tratto distintivo della Maison Chanel. Oggi nessun altro indumento è così riconoscibile a colpo d’occhio come il tailleur Chanel, firma di Mademoiselle Coco. Un’impronta, ma anche un atto di libertà.

Chanel N°5

Chanel N°5

Durante l’estate del 1920 Coco Chanel era in vacanza sulla Costa Azzurra. In quell’occasione si recò da Ernest Beaux, celebre profumiere di origine russa, per commissionargli la creazione di un profumo rivoluzionario. Dopo due mesi di lavoro Ernest presentò a Coco dieci campioni, numerati dall’1 al 5 e dal 20 al 24. Lei scelse il n°5. Quella boccetta conteneva in realtà il risultato di un errore di laboratorio commesso dall’assistente del profumiere, che aveva aggiunto una dose eccessiva di aldeide.

Il n°5 sapeva di donna, e fu quello della donna di Coco Chanel, ottenendo un successo pressocché immediato.

Condividi con i tuoi amici su: