Categorie
Arte

Gallerie degli Uffizi in rete: il museo virtuale diventa realtà

Da luogo dell’arte più visitato in Italia a profilo sui social tra i più seguiti d’Europa. Le Gallerie degli Uffizi vanno in rete.

Gallerie degli Uffizi in rete: il museo virtuale diventa realtà
Attraverso una massiccia campagna sui social e una rivisitazione virtuale del famoso museo le “Gallerie degli Uffizi” si proiettano verso un nuovo modo di fare cultura.

Le gallerie degli Uffizi vanno in rete grazie all’altissimo numero di follower sui social per un museo che, nonostante il tempo di “crisi”, continua a raccontare la storia dell’arte nel suo passato, presente e futuro.

Le Gallerie degli Uffizi in rete

Dal 22 aprile 2020 le Gallerie degli Uffizi sono sbarcate ufficialmente nel web con la versione virtuale del museo. Vuoi per nuove necessità di sicurezza, vuoi per un cambiamento che è in atto da molto tempo prima di questa pandemia, anche gli Uffizi diventano virtuali.

Visitando il sito delle Gallerie possiamo letteralmente girare all’interno del museo. Grazie all’ipervisione è possibile attraversare la “sala delle dinastie”, dove troviamo i ritratti delle famiglie de’ Medici e della Rovere.

Proseguendo la visita virtuale troviamo quelle dedicate a Giorgione, Tiziano, Veronese e Tintoretto così come la cappellina veneziana e la sala del naturalismo veneto.

“Uffizi Decameron”

Ma per arrivare a questo alle Gallerie si sono preparati sin dal primo lockdown lanciando la campagna social di “Uffizi Decameron”. Ogni giorno su Twitter e Instagram, accompagnate dall’hashtag #uffizidecameron, si sono susseguite foto, video e storie dei capolavori presenti nel museo.

Il progetto di “Uffizi Decameron” partito durante il primo lockdown di marzo 2020. Un modo diverso di intrattenere ed istruire anche a sostegno della campagna di sensibilizzazione #iorestoacasa.

“Uffizi On Air”

Nel corso del 2020 gli Uffizi hanno continuato a proporre iniziative atte a estendere l’esperienza della visita al museo anche in ambito virtuale. Una delle ultimissime riguarda le dirette Facebook e Instagram in onda ogni martedì e venerdì alle 13.

Curatori e critici illustrano le opere svelandone i segreti e creando spunti per l’interazione con il pubblico. Un’esperienza interattiva dedicata agli amanti dell’arte o semplicemente a chi è curioso per natura e vuole saperne di più sulla storia.

Per concludere anche il mondo dell’arte e della sua storia si muove verso nuovi orizzonti. In particolare Firenze sembra stia muovendo i passi di un nuovo “rinascimento”.

La nuova Manifattura Tabacchi ne è un altro esempio. Ne abbiamo parlato in “Manifattura Tabacchi di Firenze: quartiere del contemporaneo”.

Condividi con i tuoi amici su: