Categorie
Arte

Opere d’arte terremoto Marche: 14000 pronte al restauro

Dipinti, candelabri, arredi sacri, affreschi. Il “rinascimento marchigiano” dopo il terremoto del 2016.

Opere d'arte terremoto Marche: 14000 pronte al restauro
La regione Marche è una delle più colpite dai terremoti in Italia. A seguito dei numerosi cataclismi molte opere d’arte appartenenti a chiese ed edifici storici crollati hanno richiesto più di una semplice operazione di restauro.

Le opere d’arte recuperate dal terremoto nelle Marche avvenuto nel 2016 sono finalmente pronte per essere restaurate. Il lavoro congiunto da parte di carabinieri, vigili del fuoco e volontari ha portato a salvare dalle macerie circa 14 mila opere.

Un primo finanziamento di 250 mila euro al fine della tutela del patrimonio culturale della regione permetterà quindi il ritorno alla luce di molte di queste opere.

Opere d’arte terremoto Marche: Gli “Ospedali dell’arte ferita.

Da quando è avvenuto il terremoto è nata l’esigenza di trovare un posto dove collocare le opere d’arte recuperate dalle macerie. Otto luoghi identificati come “Ospedali dell’arte ferita” le custodiscono.

Quello della Mole Vanvitelliana di Ancona è il più grande tra questi e custodisce alcune delle opere più importanti e di valore non solo dal punto di vista artistico.

Opere d’arte terremoto Marche: chiese distrutte.

Uno dei problemi legati alle opere d’arte recuperate dopo il terremoto nelle Marche è quello di non avere più un luogo a cui essere restituite. Molte delle chiese alle quali tali opere appartenevano sono crollate mentre altri edifici non esistono più.

Il tragico evento del 2016 ha letteralmente mutilato un’intera regione che però nel corso degli anni ha saputo rifarsi grazie anche alla sua storia ed ai suoi luoghi.

“Rinascimento marchigiano”

Una mostra in tre tappe intitolata “Rinascimento marchigiano. Opere d’arte restaurate dai luoghi del sisma” nel corso del 2020 ha portato le prime cinquantuno opere restaurate ad Ascoli, Roma ed infine al Palazzo del Duca di Senigallia.

Opere d'arte terremoto Marche: 14000 pronte al restauro

Una mostra attraverso la quale è stato possibile ammirare alcune delle opere più importanti di arte antica provenienti dal Quattrocento al Settecento. Ma è stato altrettanto possibile comprendere meglio cosa vuol dire salvare delle opere in seguito ad un cataclisma.

Arte e territorio sono da sempre collegati da un filo talvolta invisibile. Un’intera regione dalla storia antica si riscopre e risorge letteralmente dalle sue macerie mentre una città, come quella di Milano, reinventa la sua identità attraverso la street art.

Condividi con i tuoi amici su: